Strike for future: a Bologna torna lo sciopero globale per il clima

I manifestanti torneranno in Piazza per "pretendere che chi ci governa agisca per il bene comune"

Il primo sciopero globale per il clima è stato un successo in città. Migliaia di studenti di scuole medie e superiori hanno sfilato sotto le Due Torri il 15 marzo, rispondendo così all'appello dell'attivista svedese Greta Thunberg, per esortare i governi di tutto il mondo ad applicare misure concrete di contrasto all'inquinamento e al riscaldamento globale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il venerdì di protesta torna il 24 maggio, con il secondo sciopero per il clima. I manifestanti torneranno in Piazza per "pretendere che chi ci governa agisca per il bene comune - si lehhe nella nota - noi studenti e cittadini chiediamo un forte rilancio delle energie rinnovabili, per trasporti ed elettricità, sostanziosi interventi per il risparmio e l’efficienza energetica, per i consumi civili e industriali, un rafforzamento della gestione sostenibile dei boschi e delle foreste, misure di contrasto al consumo di suolo, il taglio dei 16 miliardi di incentivi ai combustibili fossili (dati 2017 Ministero dell’Ambiente)".

VIDEO| Studenti in massa per il clima

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, l'aggiornamento: rallentano i contagi. Bologna piange altri 4 morti

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento