Suicidio a Ponte Ronca: donna si impicca in casa

Dietro al gesto ci sarebbe la disperazione legata a problemi economici ed uno sfratto imminente. Monta la rabbia: "Lascia due bambini e tanta cattiva coscienza, che non sarà lavata dal dolore di rito"

Immagine di repertorio

Dramma a Ponte Ronca, dove una mamma è stata trovata morta nel suo appartamento. La donna, 41 anni, ieri sera si è tolta la vita impiccandosi alla grata di una finestra. Lascia così il compagno e due figli. 
L'angoscia dovuta ai problemi economici e alla disoccupazione l'avrebbe portarta al gesto estremo. La donna, infatti, si sarebbe trovava in difficoltà economiche e a breve avrebbe subito il terzo tentativo di sfratto. 
Non sono stati trovati biglietti, ma della situazione patrimoniale compromessa hanno parlato alcuni testimoni. La 41enne, dopo aver perso il lavoro avrebbe accumulato vari debiti e si sarebbe così trovato difronte ad una quotidianità difficoltosa, sotto il cui peso probabilmente è rimasta schiacciata. Sul caso indagano i carabinieri.

La tragedia, non un caso isolato in città, ha sollevato le reazioni della politica. A caldo insorge Sel: "Si sono fatte tante chiacchiere in Emilia Romagna sulla casa in queste settimane. Abbiamo dovuto anche vedere sgomberi a passo di carica. Poi i dati: 21.000 richieste di sfratto, di cui 5.500 eseguite. E la tragedia che irrompe e dovrebbe fare a pezzi tutte le stupidaggini di chi si fa bello a dire che la casa non è un diritto". Così l'affondo dell'On. Giovanni Paglia, Sinistra Ecologia Libertà, che chiosa: "Una giovane donna si uccide a Bologna, con le utenze staccate e il terzo sfratto in arrivo. Lascia due bambini e tanta cattiva coscienza, che non sarà lavata dal dolore di rito."

Sfogo anche da parte della Lega Nord: "Giovane mamma di due bambini, in attesa di sfratto si uccide a Ponte Ronca Le era stato staccato già il gas per morosità! -Per alcuni tutto (se sei clandestino/profugo....o se vivi in un area sosta nomadi dove il gas non lo paga nessuno). Per altri niente....se non la disperazione". Parole pesanti che arrivano dalla consigliere comunale leghista Lucia Borgonzoni, che sbotta: "Non si può andare avanti così. E' ora di dire basta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Imola: scontro con il camion, morto un ciclista

  • Monte San Pietro: anziano morto durante il trasporto in pulmino, indagini in corso

Torna su
BolognaToday è in caricamento