Addio Passante, da Bonaccini l'ok alla maxi-tangenziale: "Ma si parta subito"

Il presidente della Regione invita la classe dirigente a pronta risposta, perchè se l'opera sarà procrastinata si rischia il blocco del traffico. Allo studio nuova corsia per tangenziale e autostrada

Il presidente dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, dà l'ok all'allargamento della tangenziale-autostrada come alternativa al Passante nord di Bologna, stroncato dai sindaci bolognesi. Ma avvisa: "Se siamo una classe dirigente autorevole abbiamo l'obbligo di dare una risposta al rischio, tra un po' di anni, di congestionamento quotidiano e di blocco del traffico costante in questo che è il nodo più importante dal punto di vista viario in Italia".

L'avvertimento agli amministratori bolognesi che hanno stoppato la bretella di pianura nata con l'obiettivo di allentare la morsa del traffico di attraversamento sulla A14 è partito questa mattina a margine di una conferenza stampa in Regione. "Se sia possibile realizzare un'alternativa al Passante nord? Noi- assicura Bonaccini- non solo saremmo d'accordo, ma stiamo già lavorando per sottoporre alla società Autostrade e al Governo il progetto alternativo. Alla luce delle criticità del progetto che ci è stato presentato qualche settimana fa, penso che un eventuale, possibile ampliamento a tre corsie sia della tangenziale che dell'autostrada possa dare una risposta importante".

Insomma la Regione non si lega al progetto del Passante, mette però in chiaro che una scelta va fatta subito per arrivare presto a qualche risultato. "Non abbiamo mai avuto una visione ideologica a partire dai progetti, l'unica necessità che vedo e la convinzione che abbiamo è quella di provare in questa legislatura a dare una risposta dopo tanti anni di parole ma di nessun fatto concreto. Ho sempre detto che una Città metropolitana forte e competitiva rende più forte e competitiva tutta l'Emilia-Romagna".

Dunque avanti con la maxi-tangenziale, opzione che l'assessore alle Infrastrutture e ai Trasporti della Regione, Raffaele Donini, sta sottoponendo a chi di dovere. "Nelle prossime settimane ci aspettiamo di poter verificare con Autostrade e il Governo questo tipo di progetto, tenendo conto della indicazioni della Città metropolitana", dice ancora il presidente della Regione. Peraltro, sottolinea ancora Bonaccini, "ho sempre detto che non si può realizzare un tracciato contro il parere della Città metropolitana. Quindi lavoriamo intensamente per trovare una soluzione, se ce la troveremo come credo sarà un bene per il futuro di questo territorio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

(agenzia Dire)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Frecce Tricolori a Bologna: il passaggio sulla città il 29 maggio

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

Torna su
BolognaToday è in caricamento