T-days, esordio sotto tono: niente pienone e disorientamento

Spaesati in tanti dai cambiamenti in atto nel centro storico: dalle nuove rotte dei bus, allo spostamento delle piazzole dei taxi. Ma la Giunta non ci sta a parlare di 'flop': "Siamo all'inizio perciò qualche disagio è naturale"

Sabato e domenica scorsi avviati i primi 'T-days permanenti'. Vuoi il tempo 'ballerino', voi il lutto cittadino per la scomparsa dell'amato consigliere regionale Maurizio Cevenini, in giro per le strade si è visto l'atteso 'pienone' e tra i presenti, diversi quelli rimasti spaesati dai cambiamenti apportati nel centro storico (dalle nuove rotte dei bus, allo spostamento delle piazzole dei taxi). Nonostante cio', la Giunta non ci sta a parlare di 'flop' e difende il suo tanto amato provvedimento, ribadendo che 'è quanto vuole la stragrande maggioranza dei bolognesi'.

E' l'assessore alla Mobilità Andrea Colombo a mettere le mani avanti parlando di 'problemucci' dovuti agli esordi e al tempo: "Per  la  Giunta  il  bilancio del primo T Days permanente è positivo. Non  nascondiamo  che  ci  sia  stato  un  po' di disorientamento  e  disagio  per  la  modifica dei percorsi e delle fermate degli  autobus,  ma  all'inizio è naturale e nel giro di qualche settimana, una  volta  divenuta strutturale, ci abitueremo alla novità."

 

Successo per il cnosigliere di talune iniziative come l'istituzione della navetta "T" - " che, passando sotto le Due Torri, è stata  particolarmente  apprezzata - sottolinea Colombo - e sabato sera Tper ha dovuto anche prolungare l'orario del servizio per caricare tutti gli utenti."  - o l'adesione : "di almeno una  quindicina  di  negozi, che hanno  sfruttato la possibilità offerta  dall'Amministrazione  di  aggiungere  gratis  e senza necessità di autorizzazione  tavolini  e  sedie  nelle  strade  liberate dalle macchine, dimostrando  così  che  i  T  Days possono essere un vantaggio anche per le attività economiche". Di parere contrario, continuano invece ad essere gran parte degli esercenti - che messe da parte le protesta per un weekend ( in rispetto al lutto cittadino ) promettono di tornare presto in piazza contro l'ordinanza della Giunta Merola, che 'causa gravi danni alle attività dei negozi e dei locali del centro?.

Al di là delle ormai immancabili polemiche l'assessore Colombo ribadisce fiducioso: "La  scelta  della  Giunta  di  aprire  a  pedoni  e  ciclisti la T nei fine settimana  e  nei giorni festivi è un provvedimento strutturale, non più un evento:  dopo  un solo week-end, tra l'altro così particolare, siamo quindi solo  all’inizio  di  un  lungo  percorso  che  porterà la città a cambiare abitudini,  per  godere  di  un  centro  sempre più pedonale, respirabile e bello.  E’  presto  per fare un bilancio definitivo su questo nuovo modo di vivere  la  città,  ma  coi tanti commenti positivi ricevuti da cittadini e turisti  siamo  ancora  più  convinti che questa è una decisione apprezzata dalla stragrande maggioranza dei bolognesi."

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultraleggero precipitato ad Argelato: morto in ospedale il giovane pilota

  • Precipita con l'aereo, morto a 23 anni: chi era la vittima

  • Perdita d'acqua in via Indipendenza, negozi allagati e disagi al traffico | VIDEO - FOTO

  • Al Maggiore primo intervento al mondo di asportazione di colon e fegato eseguito con robot

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Coronavirus, gli studiosi Unibo: "Potrebbe arrivare dal pangolino, trovati possibili farmaci"

Torna su
BolognaToday è in caricamento