Minerbio, installate nuove telecamere. Il sindaco: "La sicurezza è una priorità"

Gli occhi elettronici controllano tutti gli ingressi alla città e i luoghi sensibili

Sono state installate a Minerbio 14 nuove telecamere: un investimento da 40mila euro che vuole essere un deterrente contro reati e abbandoni di rifiuti. Nuove telecamere che seguono i numerosi occhi elettronici collocati negli ultimi tre anni in città, e posizionate a ridosso di isole ecologiche, dove in passato si sono verificati atti vandalici e lungo gli accessi a Minerbio e Cà de Fabbri,  in grado di registrare ogni veicolo in ingresso e soprattutto individuare quelli rubati, oppure non in regola con bollo e assicurazione. 

“I risultati di questo investimento non si sono certo fatti attendere – spiega il Comune attraverso una nota pubblicata sul sito - Oltre alle sanzioni amministrative per mancanza di collaudo veicoli o assenza di assicurazione, le immagini delle telecamere sono state utilizzate dai Carabinieri in circa 30 procedimenti penali, e dalla Polizia Municipale in altri 15”. 

Soddisfatto il sindaco Lorenzo Minganti: “La sicurezza della nostra comunità è una delle priorità di questa amministrazione. Abbiamo così investito oltre 150mila euro per telecamere le cui immagini sono costantemente a disposizione delle forze dell’ordine. Le statistiche poi, dicono che negli ultimi tre anni sono diminuiti a Minerbio i furti: probabilmente il merito è anche di questo investimento”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non da meno il comandante della Polizia Municipale Simona Gambari: “Le telecamere di videosorveglianza territoriale sono un ausilio fondamentale sia per la ricerca di indizi necessari alla repressione dei reati sia per impedire, e punire, illeciti gravi come gli abbandoni dei rifiuti. Queste sono state di aiuto anche per attività di polizia stradale quando in occasione di sinistri i responsabili si sono dati alla fuga”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento