Legambiente lancia la petizione: 'Ricostruiamo la ciminiera del Mulino Parisio"

E' stata decapitata a seguito del sisma del maggio 2012: circa i 2/3 della vetta sono stati demoliti, ma i cittadini non si sono rassegnati e le loro istanze sono appoggiate da Legambiente

Mosso dall'acqua del Savena, nel XIX secolo funzionò anche come mulino da riso era dotato di due turbine e due macine ed era alimentato da macchine a vapore: ed ecco la costruzione della ciminiera del Mulino Parisio che smise definitivamente di funzionare nel 1983.

Da sempre un simbolo e un punto di riferimento, dove finisce via Murri e ha inizio via Toscana, la ciminiera è stata decapitata a seguito del sisma del maggio 2012: circa i 2/3 della vetta sono stati demoliti (tagliati a fette) il 9 giugno 2012 in seguito alle verifiche sulla struttura, ritenuta pericolante a seguito delle scosse (GUARDA IL VIDEO). 

Ma i cittadini non si erano rassegnati e già all'indomani della demolizione si erano rivolti al Sindaco, ai Vigili del Fuoco e a tutti gli Enti preposti per "considerare ogni soluzione di consolidamento alternativa all'abbattimento vista l'importanza di questo manufatto a livello architettonico e urbano, che, oltre a rappresentare un'imprescindibile testimonianza storica che parla delle vie d'acqua e delle connesse attività produttive, rappresenta un importante segnale urbanistico, un riferimento visivo e formale che incide fortemente sul volto della città e sull'immaginario di chi la abita".

Oggi l'istanza dei bolognesi viene appoggiata da Legambiente che lancia una petizione per rimettere insieme questo antico simbolo della città: "Con la demolizione della ciminiera per il terremoto, i cittadini si sono sentiti espropriati  di un bene che apparteneva alla comunità pur sapendo che la proprietà materiale è di privati; i cittadini chiedono alla proprietà ed al Comune di Bologna di collaborare insieme per avere accesso ai finanziamenti per la ricostruzione della ciminiera, simbolo di questo territorio; Associazioni, Comitati, privati cittadini, professionisti sono uniti da questa richiesta…per restituire questo simbolo alla città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Spostamenti tra regioni in dubbio, Bonaccini: "Prudenza alta, si rischia la chiusura" 

  • Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 24 maggio: +45 positivi, 8 decessi

Torna su
BolognaToday è in caricamento