Terremoto oggi 13 settembre: ultime scosse e news

Sciame sempre più fiacco, mentre Cgil esige chiarezza sull'esenzione dalle tasse per i terremotati e Mediolanum agevola i clienti provenienti dalle zone colpite

Mercoledì 13 settembre, quasi 4 mesi dall'inizio del terremoto in Emilia Romagna e lo sciame sismico - come si avevano preparati i sismologi - ancora da segnali di vita, seppur sempre meno convinti. E' nuova tregua dalle scosse. L'ultima debole replica è infatti stata registrata dall'INGV nella notte di ieri (ore 5.03) di magnitudine 2.7, con epicentro nella Provincia di Modena. Ma era quasi quattro giorni che la terra aveva smesso di borbottare. La pausa più lunga che il sisma abbia concesso in questi mesi al nostro territorio. La precedente scossa infatti risale alla giornata di sabato scorso, durante la quale se ne sono verificate due: la prima delle ore 15.20 circa, è stata di  magnitudine 2.6, ed ha avuto come epicentro la zone del ferrarese e modenese. La seconda risale alla notte: ore 2.08, magnitudine 2.3, epicentro tra le province di Ferrara e Bologna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ESENZIONE TASSE TERREMOTATI: Sul tema chiede massima 'chiarezza' Cgil, che in una nota denuncia: "Il Decreto Legge del Governo del 30 Agosto, con il quale si prorogano al 30 Novembre i termini per la sospensione dei tributi fiscali nelle zone terremotate, non chiarisce la confusione prodotta dalla nota dell'Agenzia delle Entrate del 16 Agosto. In sostanza ancora oggi non è prevista, secondo l'Agenzia delle entrate, la sospensione della tassazione nelle buste paga". "In questi mesi - aggiunge il sindacato - diverse aziende e consulenti hanno operato la sospensione ed ora si troverebbero nella condizione di trattenere quanto non versato: una cosa è chiara, questa operazione non può essere effettuata perché lo stesso decreto del 30 Agosto rinvia a decreti successivi la definizione delle modalità della restituzione. Ci troviamo di fronte al teatrino dell'assurdo, una disparità di trattamento insopportabile, una decisione incomprensibile che si abbatte su chi ha avuto le case distrutte, non aiuta i cittadini e i lavoratori che si stanno adoperando per riprendere una vita normale". Serve, secondo Cgil "una norma che proroghi, per tutti i soggetti che hanno subito danni dal sisma, la sospensione della tassazione nelle buste paga e del pagamento dei tributi sino al termine dello stato di emergenza e che definisca modalità di restituzione sostenibili e diluite nel tempo. Non vorremmo vederci costretti a promuovere una mobilitazione dei lavoratori e cittadini delle zone interessate dal sisma davanti alle sedi del governo e del parlamento per sostenere le nostre ragioni".

MEDIOLANUM, SOSTEGNO CLIENTI ZONE COLPITE. Potenziati, da parte di Banca Mediolanum, gli aiuti a sostegno dei propri clienti e dei propri 'family banker' che hanno subito danni dal sisma che ha colpito l'Emilia lo scorso maggio. Nel dettaglio - si legge in una nota - l'istituto di credito ha deciso di ridurre per due anni dell'1% lo spread dei mutui in essere; di accordare per due anni condizioni agevolate su fidi e prestiti con un tasso pari all'Euribor +1,5% e di azzerare, sempre per due anni e completamente, tutti i costi dei conti correnti in essere, vale a dire il canone, i costi di carte di credito e bancomat, i costi del deposito titoli nonché anche tutte le imposte di bollo a valere su questi strumenti. "L'insieme delle nuove iniziative - spiega Banca Mediolanum - rappresenta un ulteriore contributo che, secondo le prime stime effettuate, sarà una cifra compresa tra 1.300.000 euro e 3.000.000 euro, che si aggiunge a quanto già messo a disposizione dallo scorso maggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • Coronavirus, aumentano i contagi in regione: + 71. Donini alle aziende: "Fate screening"

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: altri 47 casi, metà a Bologna e 11 sintomatici

Torna su
BolognaToday è in caricamento