Stop tornelli in stazione, il numero uno di Ferrovie: 'Sono contrarissimo'

Per l'ad di Rfi "il grande successo e il grande appeal del trasporto ferroviario" sta nella facilita' d'uso

In stand by, almeno per ora, l'installazione dei tornelli per filtrare l'accesso alla stazione di Bologna, data quasi per certa qualche mese fa.

Le ferrovie non sono dello stesso avviso: "Sono contrarissimo", afferma l'ad Maurizio Gentile, intervenendo al convegno sul Piano urbano della mobilità sostenibile (Pums). 

Per Gentile insomma si tratterebbe di "blindare" la stazione centrale e i dati dimostrano che "i non-users, cioè quelli che non usano il sistema ferroviario - spiega - non lo fanno prevalentemente perchè non riescono a raggiungere la stazione. Quindi il vero problema è la possibilità che sia integrato con la mobilità urbana".

A dicembre Patrizia Impresa, il prefetto di Bologna, aveva annunciato il progetto sottolienando che la 'chiusura' a chi non ha il biglietto del maggiore scalo ferroviario della città attraverso sistemi di filtraggio "ha prodotto risultati positivi nelle altre città, perché il viaggiatore sente una maggiore sicurezza".

L'ad invece elenca diversi punti: agevolazioni per i parcheggi nelle vicinanze, orari dei bus coordinati, servizi navetta, diminuzione del rischio ritardi e anche "maggior sicurezza". Ma, aggiunge Gentile, "sicurezza e decoro sono all'ultimo punto, lo dico qui a Bologna dove si sta pensando di chiudere e blindare la stazione. Io personalmente sono contrarissimo, perchè il grande successo e il grande appeal del trasporto ferroviario è la facilità d'uso". 

Sicurezza in Stazione: tornelli e più controlli ai varchi

Potrebbe interessarti

  • La mappa degli outlet a Bologna: dove fare ottimi affari

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Laghi a Bologna: dove rinfrescarsi lontani dal caos

I più letti della settimana

  • Possibili temporali in arrivo, diramato bollettino di allerta dalla protezione civile

  • Aeroporto, volo Bologna-Kos, passeggeri: "A terra da 12 ore come ostaggi virtuali"

  • Maltempo, grandine in provincia: strade chiuse, auto distrutte e finestre in frantumi

  • Maltempo e grandine: "crivellate" le finestre di via Natali e via Weber

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • Maltempo e grandine, Caliandro: 'Il Governo risarcisca i danni alle auto private'

Torna su
BolognaToday è in caricamento