Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Lavoratori Tper, protesta in Comune: Consiglio sospeso\VIDEO

Gli operatori delle biglietterie chiedono un incontro con gli assessori Priolo e Lombardo. Usb:"È un'emergenza"

 

Continua la protesta dei lavoratori delle biglietterie Tper, che oggi hanno incrociato le braccia aderendo allo sciopero proclamato da Usb, e oggi si sposta a Palazzo D'Accursio dove è stato interrotto il consiglio comunale. La protesta, dal fondo della sala riservata al pubblico, è scattata dopo diversi interventi dedicati dai consiglieri comunali all'emergenza climatica.

Discussione "giustissima", urla Fabio Perretta di Usb dopo l'interruzione dei lavori: si tratta sì di "un tema generale e ambientale vastissismo, su cui il Comune può fare tanto, ma non possiamo far finta che non esiste un altro problema e cioè quello della qualità del lavoro e della vita dei cittadini che lavorano per le società partecipate in condizioni di precarietà assoluta".

Dunque, "preghiamo i consiglieri e la Giunta di farsi carico del problema e darci una risposta", continua il sindacalista, segnalando che "oggi il bando di Progetto lavoro va in scadenza, c'è una proroga al 30 novembre ma in questo limbo oggi scadono i contratti dei lavoratori a tempo determinato che servivano anche ad affrontare la 'emergenza' della campagna abbonamenti".

I manifestanti chiedono di incontrare subito gli assessori Irene Priolo (Mobilità) e Marco Lombardo (Lavoro): "Non andiamo via da qui se non non viene discussa questa emergenza", è la promessa. Dopo la sospensione, diversi consiglieri dei vari gruppi lasciano i banchi per interloquire con lavoratori e sindacalisti. (Dire)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento