Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Lavori sull'asse attrezzato, l'ira di Bosso: "Traffico e tempi biblici, bisogna decongestionare"

Il sindaco di Casalecchio di Reno chiede un tavolo di coordinamento con il Comune di Bologna e chiosa:"Ci hanno avvisato tardi"

 

I lavori sull'asse attrezzato riguardano il ponte sul Reno (ponte di viale Sandro Pertini) per "importanti interventi di adeguamento e manutenzione". Questi sono di competenza del Comune di Bologna e il sindaco di Casalecchio di Reno, Massimo Bosso, ha chiesto un tavolo di coordinamento al sindaco di Bologna Virginio Merola perché nelle prossime settimane la situazione potrebbe peggiorare, visti gli ulteriori restringimenti di carreggiata previsti.

"Come Casalecchio abbiamo saputo di questi lavori in ritardo - critica Bosso, oggi a margine dell'avvio del cantiere del Nodo di Casalecchio - lo abbiamo imparato da un atto dirigenziale, neanche dal Comune. Probabilmente a Bologna è sfuggito qualcosa a livello tecnico, soprattutto è sfuggita la conseguenza di questo tipo di lavori. L'impressione è che abbiano operato più i tecnici rispetto a una gestione politica del problema, quindi considerando il lavoro in sé senza valutare le conseguenze".

Il sindaco di Casalecchio spiega di aver saputo del cantiere qualche settimana fa e di aver scongiurato l'inizio dei lavori a inizio settembre, perché con l'inizio delle scuole sarebbe stato ancora peggio. "Bisogna fare un piano per capire come gestire queste cose e per capire e informare le persone se questi lavori sono così urgenti - continua Bosso -, ma noi non abbiamo gli elementi per poterlo affermare, il ponte è nel territorio di Bologna".

"Non sappiamo come in Comune a Bologna hanno gestito l'iter dell'appalto, ma non l'avranno certo saputo ieri mattina che c'era un problema urgente. Probabilmente lo sapevano da prima, quando sono stati fatti i lavori su quel ponte all'inizio dell'anno. Non so dire cos'è successo - conclude - sicuramente sarebbe stato meglio farli d'estate".

Di cosa si tratta

Gli interventi consistono nel consolidamento delle travi del ponte e nella posa di nuovi giunti strutturali, cinque per ogni lato, per evitare infiltrazioni di acqua e gestire i naturali micro-movimenti del ponte. Si tratta della seconda fase dei lavori di adeguamento e manutenzione del ponte dopo la prima fase svolta nell'estate 2018. 

"Si lavorerà prima in direzione Zola Predosa e successivamente, dal 14 ottobre secondo le informazioni attuali - scrive il Comune - in direzione Casalecchio. Previsto il restringimento di carreggiata a una corsia per entrambe le direzioni di marcia con forti impatti sul traffico. I lavori dureranno fino a gennaio 2020 in direzione Zola Predosa, mentre dovrebbero concludersi nella settimana 2-6 dicembre per la direzione Bologna-Casalecchio (meteo e imprevisti permettendo)".

Viabilità alternativa consigliata

"Per chi proviene dal casello autostradale di Casalecchio e dalla Tangenziale l'uscita consigliata per raggiungere Bologna o Casalecchio/Zola Predosa è la n. 2. In generale, si consiglia di evitare di immettersi in quel tratto di asse attrezzato privilegiando la viabilità alternativa (a seconda della destinazione sono consigliabili: Casteldebole, viale Togliatti, via Emilia, via Rigosa)".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento