Tram Bologna, il comitato del No: 'Bus a idrogeno, a due piani, extra lunghi, ecco le alternative'

Il raggruppamento di negozianti e residenti continua ad opporsi ai lavori che interesserebbero Borgo e Santa Viola

Al Comune di Bologna che porta avanti il progetto "assurdo" del tram, che fa "propaganda e racconta favole", gli attivisti del comitato che si battono contro il nuovo mezzo di trasporto chiedono di svoltare su ben altre soluzioni. A Bologna "siamo retrogradi, bisogna avere idee innovative".

Le alternative? Vincenzo Fazio, di "Attacchiamoci al tram", indica i "bus elettici di nuova generazione della Solaris, azienda polacca che fa autobus eccezionali da 18,75 metri, ma anche da 12 e sei metri non ci sarebbero problemi a cambiare completamente". Eppoi, prosegue parlando dalle frequenze di Punto radio, "guardiamo anche Londra", lì "sono due anni che il sindaco ha fatto fare gli autobus a idrogeno che buttano fuori vapore acqueo". E anche il famoso 'Double decker', il bus rosso a due piani, va a "idrogeno e ha un impatto ambientale zero" con una autonomia che arriva a "200-250 chilometri nel traffico. Sarebbe spettacolare vedere girare per Bologna un autobus doppio che fa un servizio così, anche per i turisti e soprattutto per i cittadini". Insomma, al posto del tram "dobbiamo cambiare tutto il parco dei bus, e spenderemmo meno", dice Fazio rilanciando ancora l'idea di tenere un referendum sulla scelta del Comune in occasione delle prossime elezioni regionali in Emilia-Romagna.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento