Nuovi treni per i pendolari, arrivati i convogli in stazione

Ampiamente annunciati, i treni 'pop' e 'rock' sono stati visitati al piazzale ovest di Bologna

FOTO DIRE

Scattano meglio e prima dopo ogni fermata, sono piÙ comodi e offrono diversi servizi, tra wifi a bordo, prese per l'alimentazione e 'poggiabimbo' nella toilette. In sostanza, "invoglieranno a lasciare a casa l'auto".

Sono i nuovi treni regionali Rock e Pop ad animare oggi la stazione di Bologna. Consegnati nei tempi annunciati, nell'ambito di una cerimonia organizzata ad alto volume nel piazzale ovest, i nuovi mezzi della flotta Trenitalia vengono illustrati da tutti gli addetti ai lavori, che assicurano: "Da oggi la musica cambia per i pendolari".

I circa 90 i convogli che arriveranno in Emilia-Romagna dalla tarda primavera. Rock e Pop, questi i loro nomi, fra l'altro, sono riciclabili al 96% e segnano un taglio del 30% dei consumi energetici; inoltre, risultano più affidabili, grazie alla telediagnostica di serie, e presentano maggiori standard di sicurezza generale, tra telecamere e monitor di bordo per le riprese live.

Viaggiatori e cittadini possono già salire a bordo e dare un'occhiata, in vista dell'approdo vero e proprio sui binari a breve. In tutto ci sono 86 nuovi convogli frutto della gara del ferro cara alla Regione, con un budget di 750 milioni di euro nell'ambito di un investimento complessivo di due miliardi sui binari. "Il trasporto dell'Emilia-Romagna cambia volto", assicura l'assessore regionale Raffaele Donini al fianco sul palco dell'assessore comunale Irene Priolo, che si mostra già fan di Rock e Pop, e della presidente di Tper Giuseppina Gualtieri, oltre che dei vertici Fs. Continua Donini: "Non tutto è risolto ma coi pendolari continuiamo a sentirci spesso, e comunque superiamo gran parte delle difficoltà dovute alla vecchiaia dei mezzi. Quest'anno saremo la prima regione ad avere tutti i treni nuovi sulle nostre ferrovie".

Come esito dei bandi di gara, Rock è prodotto da Hitachi mentre Pop da Alstom, negli stabilimenti di Savigliano, Sesto San Giovanni e della stessa Bologna. Spiega Michele Viale, direttore generale di Alstom in Italia: "Coradia Stream 'Pop' rappresenta una nuova generazione di treni regionali Alstom per Trenitalia: tecnologicamente evoluti, accessibili ed ecologici, oltre che facilmente adattabili, negli arredi e negli accessori interni.

A bordo del treno i viaggiatori troveranno servizi avanzati di infotainment, audio e video così come sistemi di sorveglianza per la sicurezza. Dunque una nuova esperienza di viaggio, in linea con le moderne esigenze di mobilità".

Nelle due configurazioni a quattro e a cinque casse, il treno (160 chilometri orari al massimo, con un'accelerazione di un metro al secondo quadrato) a un piano potrà trasportare 200 o 300 persone sedute offrendo loro informazioni e intrattenimento audio-video con display Lcd a 24 pollici, visibili da ogni posizione, rete wifi e telecamere digitali di videosorveglianza.

Rock, invece, è  un nuovo mezzo a doppio piano, ad alta capacità, con quattro, cinque o sei casse e prestazioni paragonabili a quelle di una metropolitana. Può raggiungere i 160 chilometri all'ora (1,1 metri a secondo quadrato l'accelerazione) e ospitare oltre 700 passeggeri seduti. (Lud/ Dire)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

Torna su
BolognaToday è in caricamento