Truffe anziani: "parenti" chiedono soldi e gioielli, ma le nonnine non ci cascano

Il "bombardamento" di informazioni sulle truffe potrebbe aver sortito l'effetto sperato

Il "bombardamento" di informazioni sulle truffe potrebbe aver sortito l'effetto sperato. Ieri due donne anziane non sono cascate nel tranello e si sono rivolte alla Polizia.

Entrambi residenti nel quartiere Navile, rispettivamente in via Selva Pescarola e in via Erbosa, un'anziana, ha ricevuto una telefonata da una "nipote" che la pregava di prestarle ben 14mila euro. La seconda è stata contattata dalla "figlia" che, con un pretesto, le ha chiesto di mettere insieme oro e denaro. Le donne hanno riattaccato e hanno immediatamente chiamato il 113.

Furti, truffe e rapine agli anziani: in arrivo un call center dedicato

E' andata malissimo invece ad aprile a una 75enne che in via Zacconi era stata avvicinata da due sedicenti tecnici e che ci ha rimesso tra i 25mila e i 30mila euro.
 

Potrebbe interessarti

  • La mappa degli outlet a Bologna: dove fare ottimi affari

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • SuperEnalotto, in Emilia sfiorato jackpot più alto del mondo

I più letti della settimana

  • Possibili temporali in arrivo, diramato bollettino di allerta dalla protezione civile

  • Aeroporto, volo Bologna-Kos, passeggeri: "A terra da 12 ore come ostaggi virtuali"

  • Maltempo, grandine in provincia: strade chiuse, auto distrutte e finestre in frantumi

  • Maltempo e grandine: "crivellate" le finestre di via Natali e via Weber

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • A Bologna il migliore è il Forno Brisa: si aggiudica 3 "pani" Gambero Rosso

Torna su
BolognaToday è in caricamento