Ozzano, l'allarme del Comune: "Non stiamo chiedendo soldi per il pulmino, è una truffa"

L'ente pubblico informa i cittadini: "Qualcuno telefona e chiede soldi, non date denaro"

A pochi giorni dalla truffa che vedeva finti operatori della Pubblica Assistenza di Monterenzio chiedere denaro attraverso il "porta a porta" o chiamando sul telefono fisso dei residenti, oggi c'è un nuovo allarme.

A lanciarlo è il Comune di Ozzano: "La raccolta fondi a nome del Comune per aggiustare un pulmino è una truffa - si legge in una nota - In questi giorni diversi ozzanesi hanno ricevuto delle chiamate per la sistemazione di un veicolo usato per trasportare i disabili" , ma nessuna raccolta è stata avviata, e soprattutto l'ente pubblico non chiede soldi.

«Alcuni cittadini hanno segnalato di aver ricevuto delle telefonate con richieste di denaro - commenta il sindaco Luca Lelli - è  una truffa, il Comune non c'entra nulla». L'invito è sempre lo stesso: segnalare alle autorità competenti numeri o persone che invocano richieste di denaro, soprattutto a nome di enti pubblici o di fantomatiche associazioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grosso incendio a Casalecchio, palazzo a fuoco: aria irrespirabile, residenti barricati in casa

  • Sciopero generale il 25 ottobre: a rischio bus e treni Tper

  • Bolognina, chuso forno in via Tibaldi

  • Cisterna di ossigeno in avaria, perdita di gasolio in A14: traffico bloccato e vigili del fuoco sul posto

  • Investimento mortale sulla Bologna-Verona, circolazione treni sospesa

  • Bambini "schedati" a Pianoro, la Lega: "Dati sensibili alla mercé di tutti"

Torna su
BolognaToday è in caricamento