Atei e agnostici alla Corte dei Conti: "Denaro non alle chiese ma per le scuole"

Il coordinatore regionale dell'Unione degli agnostici e degli atei: "Sospendere qualsiasi erogazione di denaro pubblico per edilizia di culto"

Il coordinatore regionale dell'Unione degli agnostici e degli atei, Roberto Vuilleumier ha scritto una lettera aperta al presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini di usare gli oneri di urbanizzazione secondaria dei Comuni, in parte destinati agli edifici di culto per ristrutturare in maniera antisismica le scuole della Regione.

La richiesta arriva appunto dall'Uaar, che dopo aver scritto tempo fa ai sindaci per chiedere loro "di sospendere qualsiasi erogazione di denaro pubblico per edilizia di culto, anche relativa ad anni precedenti, e invitandoli a utilizzare le risorse cosi' recuperate ad esempio per l'edilizia scolastica" ha deciso di presentare un esposto alla Corte dei conti per ottenere "un'accelerazione in questo senso".

(fonte DIRE) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento