menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Trasporto disabili: da 44 aziende bolognesi, un Fiat Doblò 5 posti attrezzato

Consegna all'Unione Italiana Lotta alla Distrofia muscolare oggi 22 ottobre presso la sede del Quartiere S. Vitale. A disposizione dei cittadini con difficoltà motorie, tutte le spese saranno a carico delle imprese coinvolte

Consegnato alla Uildm, Unione Italiana Lotta alla Distrofia muscolare, un veicolo in comodato d’uso gratuito per accompagnare persone con ridotta capacità motoria nei luoghi di lavoro, studio, svago e cura. 

È il risultato del progetto “Mobilità gratuita”, realizzato grazie alla sponsorizzazione di 44 imprese e società bolognesi, che hanno permesso di acquistare e consegnare alla sezione provinciale Uildm un Fiat Doblò da 5 posti con passo lungo e tetto alto, attrezzato con elevatore per il trasporto di sedie a rotelle.

Il progetto è stato promosso, con il patrocinio del Quartiere San Vitale, dalla società Europa Servizi di Reggio Emilia. “È il nostro primo intervento a Bologna – spiega Roberto Rozzi di Europa Servizi –. Il finanziamento del Doblò, il cui costo solo per l’acquisto e l’allestimento si aggira sui 30mila euro, è avvenuto grazie all’intervento di tanti imprenditori, che hanno aderito con il cuore nonostante le difficoltà del periodo”. Le diverse imprese hanno “affittato” superfici della carrozzeria del veicolo, in cui sono stati inseriti i loro marchi. “La promozione aziendale si arricchisce così di un particolare valore aggiunto – continua Rozzi –, in quanto le imprese contribuiscono a un’azione di solidarietà all’interno della propria comunità, abbinando la propria immagine a un’iniziativa concreta, particolarmente visibile e di interesse sociale”.

RICERCA SPONSOR. Per trovare le aziende sponsor ci sono voluti un paio di anni. Sono officine meccaniche e studi di consulenza, bar e laboratori di analisi, consorzi e gruppi industriali, tutti di Bologna e provincia. Uildm avrà il mezzo per 4 anni – rinnovabili – con la formula del comodato d’uso gratuito. Le uniche spese che dovrà sostenere l’associazione sono i rifornimenti al distributore. Bolli, assicurazione (Rc con kasko, furto e incendio), manutenzione ordinaria e sostituzione degli pneumatici sono a carico della cordata di imprese coinvolte da Europa Servizi.

“Ringraziamo il Quartiere San Vitale, le aziende sponsor ed Europa Servizi per l’opportunità che ci danno – dice Antonella Pini, presidente della Uildm bolognese e neuropsichiatria infantile all’Irccs Ospedale Bellaria –. Due anni fa abbiamo rottamato il veicolo attrezzato che avevamo, oramai arrivato a fine corsa, così il nuovo Doblò ci permetterà di potenziare i servizi di accompagnamento a favore delle persone con distrofia muscolare”. Malattia genetica finora senza cura, la distrofia muscolare deteriora le capacità motorie, ma non le funzioni cognitive. “Chi ne soffre è in grado di autodeterminarsi e di decidere della propria vita – continua –. Per questo è fondamentale potersi muovere il più autonomamente possibile per svolgere le proprie attività quotidiane, dal lavoro allo studio, fino al tempo libero”.

Ma il nuovo mezzo non sarà a disposizione “solo” delle 90 persone con distrofia muscolare seguite in provincia dalla Uildm. “Il veicolo potrà essere utilizzato anche dai cittadini con difficoltà motorie del quartiere San Vitale e di un po’ tutta la città” dice la presidente del Quartiere Milena Naldi. Per attivare il servizio di accompagnamento e di trasporto basterà contattare la Uildm (tel. 051 266013, e-mail info@uildmbo.org). “Grazie alla sinergia di pubblico, privato e alla presenza storica nel nostro territorio di un’associazione come la Uildm – conclude Milena Naldi –, riusciremo a dare una risposta alle situazioni di bisogno, senza gravare in alcun modo sulle finanze comunali”.

Alla cerimonia di consegna del Doblò, che si è svolta oggi 22 ottobre presso la sede del Quartiere San Vitale, erano presenti anche i rappresentanti delle aziende sponsor del progetto “Mobilità gratuita”, a cui la Uildm ha consegnato un attestato di ringraziamento. Sono, in ordine alfabetico, Allnet.Italia, Ar-Ban snc, Attenti a quei due srl, bar Chicco d’oro, Biotecnica srl, carrozzeria San Marco, centro medico diagnostico Zanardi, consorzio del centro commerciale Centronova, consorzio del centro commerciale Vialarga, cooperativa consorzio autonoleggiatori, Diemme snc, Di.Tech spa, Di.Tv srl, Ecofelsinea srl, Finmatica spa, Fior M. srl,  Gb Gnudi Bruno spa, Global service commerciale srl, Hera spa, Intercoser, Interporto Bologna spa, laboratorio analisi Caravelli, lavanderia Scotlandi, Logiser srl, Marenco dental clinic, Novatek snc, onoranze funebri Armaroli Tarozzi, onoranze funebri Garuti, officina Danilo assistenza autronica, Oric spa, Pavirani srl, poliambulatorio Ctr, Polo Service srl, Pro Geco srl, Provideant srl, Romea srl, Sbf Pack snc, Sirmet servizi, Sivet, Soverini spa, Tp snc, Tadeo srl, Vivi srl e Zanichelli Editore spa. 

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Castel San Pietro: ennesima tragedia sui binari, 25enne investito dal treno

    • Cronaca

      Suicidio all'ospedale Sant'Orsola: 81enne si lancia dal terzo piano

    • WeekEnd

      I 10 eventi da non perdere a Bologna questo weekend

    • Cronaca

      Addio a Ricordi di via Ugo Bassi: dopo 44 anni di musica domenica chiude

    Torna su