Unibo: prima ricerca su correlazione amianto-tumore al fegato

Pubblicato sulla rivista americana "Cancer Causes and Control" lo studio che per la prima volta associa il colangiocarcinoma con l'amianto: studiati 155 casi

Uno studio dell'Università di Bologna, pubblicato sulla rivista americana 'Cancer Causes and Control', individua, per la prima volta, una correlazione tra l'esposizione all'amianto in ambiente lavorativo e un tipo di tumore al fegato, il colangiocarcinoma. Un team guidato da Giovanni Brandi, docente di Oncologia medica al Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale, in collaborazione con la Medicina del Lavoro dell' Università di Bologna, ha studiato 155 casi di questa neoplasia presso il Policlinico Sant'Orsola-Malpighi nel periodo 2006-2010.

IL RISCHIO PER I LAVORATORI ESPOSTI ALL'AMIANTO. Da queste osservazioni si è riscontrato un aumentato rischio di contrarre la patologia per i soggetti che avevano svolto lavori che comportavano un'esposizione all'amianto (ad esempio lavoratori portuali, manovali edili, carpentieri, addetti alle fornaci), rispetto a soggetti che non erano venuti a contatto, professionalmente, con questa sostanza. Nonostante il colangiocarcinoma sia una forma tumorale relativamente rara (circa 3,5 casi ogni 100.000 abitanti per anno in Italia), si contraddistingue però per un elevato indice di mortalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Rifiuti, stop indifferenziata porta a porta: da oggi si usa solo la Carta Smeraldo

  • Monte San Pietro: anziano morto durante il trasporto in pulmino, indagini in corso

Torna su
BolognaToday è in caricamento