Non rispondeva all'amico: trovato morto 47enne bolognese in via Domokos

Dopo una serata trascorsa insieme e il disagio per una forte tosse l'amico lo ha chiamato per sapere come stava: il 47enne però era già morto, ritrovato sul suo letto

Un uomo è stato trovato senza vita da un amico: sarà probabilmente disposta un'autopsia per accertare le cause precise della morte di un bolognese di 47 anni, deceduto nel suo appartamento in via Domokos, zona San Ruffillo, alla periferia della città. Il corpo senza vita è stato trovato verso le 19 di ieri dalla polizia, intervenuta insieme ai medici di Bologna Soccorso e ai vigili del fuoco.

A DARE L'ALLARME L'AMICO CHE ERA CON LUI LA SERA PRIMA. A dare l'allarme è stato un amico dell'uomo, di 67 anni, che la sera precedente era uscito con lui e poi lo aveva riaccompagnato a casa. Agli agenti ha spiegato che il 47enne aveva una tosse molto forte e per questo, quando l'indomani gli ha telefonato per sapere come stava e non ha avuto risposta, ha deciso di avvertire il 118. Per fare entrare i soccorritori nell'abitazione, chiusa dall'interno, i pompieri hanno rotto una finestra. L'uomo, che aveva problemi di etilismo, era riverso sul letto, senza segni di violenza. Anche l'appartamento è stato trovato in ordine. L'ipotesi è di una morte per cause naturali, ma il Pm di turno ha disposto ulteriori accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus: 19 contagi in Regione, un caso anche a Modena. Migliaia di tamponi effettuati, attivo numero verde

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento