Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ustica, l'appello dei parenti: "Indecente, quella notte nessuno scrisse niente. Prefettura mandi documenti"

La commemorazione a Palazzo D'Accursio per il 38esimo anniversario dalla strage

 

I familiari delle vittime di Ustica si appellano al capo di gabinetto del ministero dell'Interno, Matteo Piantedosi, fino a pochi giorni fa prefetto di Bologna, affinché la desecratazione dei documenti sulle stragi (oggetto di una direttiva dell'allora premier Matteo Renzi) cominci a dare davvero frutti.

A chiamare in causa Piantedosi è la presidente dell'Associazione dei parenti, Daria Bonfietti, a margine della commemorazione che si è svolta stamattina a Bologna per il 38esimo anniversario della strage dell'aereo Itavia, precipitato nelle acque del Tirreno il 27 giugno del 1980. 

Anche per il sindaco di Bologna Virgino Merola questo passaggio è importante: "Mi auguro che Piantedosi riesca a mettere a disposizione i materiali in possesso della Prefettura".

LEGGI IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE MATTARELLA

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento