Vaccini, Fedeli ribadisce: 'Diritto salute e diritto istruzione, equilibrio necessario'

La ministra dell'istruzione ripete la sua posizione contro l'obbligatorietà ai calendario vaccinale come requisito per l'iscrizione in strutture scolastiche

Proprio mentre il Governo fa sapere che calendarizzerà nel cdm la bozza di decreto relativa a una legge nazionale sull'obbligo dei vaccini per l'iscrizione a nidi e scuole, la ministra dell'istruzione Valeria Fedeli da Bologna, durante il dibattito sulla riforma 0-6, ribadisce le sue perplessità.

Sui vaccini bisogna "tornare a responsabilizzare gli adulti. Non si può scaricare sui bambini una responsabilità che compete ai genitori. Io sono favorevole ai vaccini e non da oggi- mette in chiaro Fedeli- per me, tutti i bambini in Italia devono essere vaccinati, perché abbiamo tipologie differenti di rischio per la salute. Ma questo vale in ogni luogo pubblico".

Secondo il ministro, però, il nodo è che "bisogna tornare a responsabilizzare gli adulti, non scaricare sul bambino una responsabilità che compete ai genitori. E questo è un punto che ci unisce". Fedeli dunque ribadisce: "Bisogna contemperare il diritto alla salute e il diritto alla scuola. E' un equilibrio necessario, perché non c'è nessuno del Pd o che si dica di cultura progressista che non fa distinzione tra il diritto del bambino a entrare a scuola e la responsabilita' dei genitori a farlo vaccinare". (Dire)

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto a fuoco, morta giovane donna e Porrettana chiusa al traffico per ora

  • Il centro di Bologna diventa il set di "Diabolik": cambia la viabilità

  • Indagine sugli adolescenti bolognesi: l'80% ama la città, ma emergono aspetti 'preoccupanti'

  • I 10 eventi da non perdere questo weekend

  • Maxi furto al bar: si finge acquirente e ruba 200mila euro di diamanti

  • Nike chiude la sede di Casalecchio: per 30 dipendenti il trasferimento è l'unica via

Torna su
BolognaToday è in caricamento