'Non ci hanno aiutato', agenti della Municipale sotto indagine

Due accertatrici Tper hanno cercato di multare un automobilista molesto nei pressi del Sant'Orsola, chiamando a supporto i vigili, che però dopo un primo accertamento avrebbero desistito

La Procura ha messo sotto indagine due agenti di Polizia Municipale. La conferma arriva da via Gariibaldi, in riferimento ai fatti raccontati da Il Resto del Carlino. All'origine della vicenda vi è un presunto mancato intervento a supporto di due accertatrici Tper, alle prese con un automobilista molesto in divieto di sosta.

LA vicenda si sarebbe svolta a fine gennaio: le due addette alla sosta, di passaggio tra via Mazzini e via Albertoni si stavano accingendo a multare un veicolo, quando il proprietario del mezzo, un 35enne di origini pugliesi, è tornato assieme alla moglie, e avrebbe approcciato le due accertatrici con toni accesi.

Nello scambio verbale il 35enne avrebbe poi strappato di mano il tablet aziendale a una delle addette alle multe e a quel punto sono stati chiamati i vigili urbani. L'intervento si sarebbe però risolto solo nell'annotazione della targa del veicolo in questione, mentre la pattuglia, composta dai due agenti indagati, non avrebbe proceduto all'identificazione del soggetto e si sarebbe subito allontanata. La vicenda, dai contorni ancora da chiarire, è finita sul tavolo degli uffici di via Garibaldi: l'ipotesi di reato è rifiuto di atti d'ufficio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

Torna su
BolognaToday è in caricamento