Farmacia abusiva scoperta in via Amendola, sequestrati medicinali e cosmetici

Scoperto dai vigili durante il controllo di negozio di vicinato. Circa 300 prodotti confiscati, una denuncia e 12.000 euro di sanzione

I vigili della Polizia Municipale di Bologna hanno denunciato un cittadino cinese per esercizio abusivo della professione di farmacista e lo hanno sanzionato per più di 12.000 euro.

L'uomo è finito nei guai ieri, giovedì 16 marzo, durante un controllo del suo minimarket, che si trova in via Amendola, da parte degli agenti del nucleo territoriale Saragozza Porto. L'esito del controllo ha portato infatti al sequestro penale di più di 100 prodotti medicinali non autorizzati e al sequestro amministrativo di più di 200 prodotti cosmetici e di diversi chilogrammi di alimentari privi di indicazioni in lingua italiana.

Il titolare è stato denunciato per il commercio di medicinali non autorizzati e per l'esercizio abusivo della professione di farmacista. E' scattata anche una sanzione per più di 12.000 euro.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Bravi,tenerli sotto pressione costantemente,evitare di lasciare spazio a degrado e abusi

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Bologna sede del Centro Meteo Europeo: arriva la conferma ufficiale

  • Cronaca

    Antoniano, restyling per la mensa: '130 pasti per chi ha bisogno'

  • Incidenti stradali

    Incidente a Molinella, gravissima una 25enne: paura per un bimbo

  • Cronaca

    Task Group aeromobili: l'esercitazione della Brigata 'Friuli' di Bologna

I più letti della settimana

  • Incidente sulla A14: scontro auto-camion, traffico bloccato

  • Scossa di terremoto nella notte con epicentro nella zona di Castel del Rio

  • 'In Italia bisogna alzare la voce': show al Pronto Soccorso, 37enne in manette

  • Centro storico: seguita, rapinata e molestata, 18enne finisce al Maggiore

  • Spari a Casalecchio: tenta la fuga e investe un Carabiniere

  • Sciopero nazionale di 4 ore: bus e treni a rischio il 26 giugno

Torna su
BolognaToday è in caricamento