Via della Beverara, picchetto anti-sfratto: 'Difendiamo Omar e i suoi due figli'

Gli attivisti di Social Log presidiano la casa di una famiglia con due figli minori per evitare lo sfratto

I militanti di Social Log Bologna si sono riuniti in un nuovo presidio sotto uno stabile in via della Beverara, in attesa dell'ufficiale giudiziario che dovrebbe eseguire lo sfratto della famiglia di Omar.

L'uomo ha anche figli minori, di 2 e 5 anni, e rischia di essere sgomberato: 'Omar non esce' è il motto del picchetto di questa mattina 'difendiamo la sua famiglia ei suoi due figli'.

L'8 aprile Social Log, in picchetto in via Corticella, erano riusciti a rinviare lo sfratto di un'altra famiglia con due bambini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento