Via Boldrini e Mercato Erbe, ordinanze prorogate anche per ottobre e novembre

Lo stop all'alcool in zona Stazione durerà fino all'11 novembre, mentre per l'incrocio Belvedere San Gervasio i limiti ariveranno fino al 21 ottobre

Ordinanze prorogate. Dopo lo stop estivo all'alcool in via Boldrini, causato da ripetuti fatti di cronaca, il Comune di Bologna firma un'altra proroga dell'ordinanza antidegrado in vigore da metà luglio in via Boldrini, nel tratto da via Amendola a piazza XX Settembre.

Dopo due proroghe di un mese, l'ordinanza era destinata a scadere qualche giorno fa ma un atto firmato dal sindaco Virginio Merola ha prolungato il provvedimento fino all'11 novembre. L'ordinanza, si ricorda nel documento, è nata a causa dei "fenomeni di inciviltà urbana" riscontrati in via Boldrini, "come persone intente a bivaccare, consumo di alcolici per strada, abusivismo commerciale, unitamente a fenomeni di criminalita' comportanti situazioni di degrado".

A questo punto, "considerato che, a seguito dell'analisi degli effetti favorevoli raggiunti, così come esaminati nell'ambito del confronto con gli operatori, i residenti e le verifiche sul territorio- scrive il sindaco- si ritiene opportuno, al fine di consolidare il miglioramento delle condizioni di vivibilità nell'area, di prorogare le misure previste dall'ordinanza vigente".

E quindi si conferma la chiusura dalle 21 alle 7 per gli esercizi di vicinato, le medie strutture di vendita del settore alimentare e misto e i laboratori artigianali del settore alimentare. Inoltre, per le stesse attività viene confermato il divieto di detenere bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in qualunque sistema o apparecchio di refrigerazione. Infine, l'ordinanza prevede il divieto di consumo di bevande in contenitori di vetro in luoghi pubblici o di uso pubblico.

La proroga dell'ordinanza su via Boldrini segue l'analoga decisione presa dal sindaco anche per il Mercato delle erbe, via San Gervasio e via Belvedere: in questo caso il prolungamento del provvedimento riguarda il periodo compreso tra l'11 e il 21 ottobre. Si conferma per i pubblici esercizi di somministrazione la chiusura dell'esercizio tra le 23 e le 5,30 con stop all'uso dei dehors entro le 23 (fatte salve le deroghe previste per gli osti che si impegnano ad adottare le misure 'anti-fracasso', tramite accordo siglato con l'amministrazione); per gli esercizi di vicinato del settore alimentare la chiusura è prevista dalle 24 alle 5,30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

Torna su
BolognaToday è in caricamento