Donna incinta trovata morta in via Brodolini: "E' stata overdose"

La giovane, trovata cadavere in casa da un coinquilino, fu uccisa da un massiccio dosaggio di droga a base oppiacea

Jenny

A uccidere Jenny Galloni sarebbe stata un'overdose da oppiacei. E' questo il referto degli esami, effettuati sul corpo della giovane 25enne originaria di Bari, trovata cadavere da un coinquilino il 28 novembre scorso in un appartamento di via Brodolini, zona barca.

Sono quindi risultati positivi gli esami tossicologici disposti dal Pm Stefano Orsi, effettuati sul corpo della donna che, al momento della morte, stava portando avanti una gravidanza da quattro mesi.

Scalpore aveva suscitato una foto del cadavere, pubblicata dalla madre della ragazza sul profilo Facebook -ora non più attiva- della figlia, con non troppo velate accuse al 'giro' che frequentava: Dopo che ho visto gente di ...scrivere di mia figlia io ora voglio che VOI ve la ricordiate come purtroppo questa immagine non me la leverò mai dalla mente. Ora non la potete più toccare con le vostre sporche mani con le vostre false parole con i vostri plagi......non la potete più invitare a far festa ai rave....". Quanto al fascicolo d'indagine aperto dopo la morte, non ci sono novità, e si continua a procedere a carico di ignoti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

  • Avvelenato e lasciato nel parcheggio va in coma e muore dopo 2 giorni: fermati due coniugi

Torna su
BolognaToday è in caricamento