Mangiano al ristorante, poi cercano di uscire senza pagare

I titolari ne ne accorgono quasi subito ma nei guai è finito solo l'ultimo membro del gruppo

Hanno provato a mangiare a 'scrocco', senza pagare. E andata male, o almeno così è stato per un membro del gruppo, attardatosi nel locale per non far destare sospetti ma al quale alla fine è stato addebitato il conto della lauta cena: 150 euro di portate, consumate in un ristorante cinese di via Ferrarese, ieri sera.

Secondo quanto ricostruito dai Carebinieri, in tre si sono seduti al tavolo per consumare il lauto desco e poi, con la scusa di fumare una sigaretta hanno cercato e sono riusciti a guadagnare l'uscita, allontanandosi.

La 'mossa' non è passata inosservata a inservienti e titolari del ristorante, che invece hanno tallonato pesantemente il terzo membro del gruppo, che si apprestava a fare la stessa cosa dei suoi compari. Una volta sulll'ingresso però sono arrivati i militari, che hanno identificato e poi denunciato il giovane, un torinese di 23 anni, per insolvenza fraudolenta.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Savena: malore a scuola per un 17enne, ricoverato in rianimazione

  • Economia

    Reddito di cittadinanza, l'economista: "Procedure macchinose, rischio di un incubo amministrativo"

  • Cronaca

    Incidenti e morti sulle strade, il bilancio della Polstrada: aumentano le vittime

  • Cronaca

    Via da incuria e degrado, sei cuccioli salvati a San Lazzaro

I più letti della settimana

  • La terra trema: scossa di terremoto avvertita a Bologna e provincia

  • Le vie di Bologna dai nomi più strani e il loro significato, che non tutti conoscono!

  • Auto parcheggiata all'incrocio, traffico in tilt e file di bus bloccati in centro storico

  • Lavoro per oltre 19mila posti, le aziende bolognesi alla ricerca di personale

  • Incidente a Castenaso: investito mentre attraversa la strada, morto pedone

  • Tragedia a Casalecchio, uomo trovato morto nel parco

Torna su
BolognaToday è in caricamento