Minaccia vigilante dopo furto, ma poi ingoia il coltellino

Singolare difesa di un autore di furto all'arrivo della volante. Portato in ospedale, rifiuta le cure

L'ha ingoiato, all'improvviso. Coda singolare a un intervento della Polizia ieri mattina in via Giuriolo. Protagonista della vicenda un cittadino tunisino di 23 anni, sorpreso dal vigilante all'uscita del centro La Corte con delle bottiglie di superalcoolici nello zaino.

Alla richiesta di riconsegnare quanto asportato il giovane si sarebbe prima fatto cordiale, per poi estrarre insieme al maltolto, anche un coltellino svizzero, per poi minacciare la guardia giurata, un palermitano classe 1975.

Informato però che la volante stava per arrivare, il ragazzo ha deglutito il coltellino ripiegato, cercando poi di spiegare ai poliziotti l'inesistenza delle minacce proferite poco prima. Dopo qualche tempo però il 23enne è stato male, portato in ambulanza al Pronto Soccorso. Il giovane ha però rifiutato le cure, e quindi è stato portato in carcere, probabilmente nella sezione infermieria, in attesa della convalida dell'arresto per furto aggravato e minacce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Cade dalle scale mentre scende dalla Torre Asinelli: soccorsi sul posto

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Lutto in città, se ne va la mitica 'Agnese delle cocomere'

Torna su
BolognaToday è in caricamento