Chiude hub migranti: gli ospiti lasciano il centro, proteste e polemiche

Le operazioni di trasferimento dovevano terminare entro venerdì, poi la brusca accelerata. In molti stanno cercando un domicilio a Bologna. Rimpallo di accuse tra prefettura e Comune

A casa di qualcuno, via a piedi, oppure ancora nel centro in attesa dei pullman. Questo è il frammentato epilogo della chiusura dell'hub di via Mattei, dopo l'annuncio e le operazioni iniziate questo pomeriggio. Dei 180 ospiti fino a ieri dentro al centro di smistamento, attualmente si ha notizia di una quarantina di persone che si sarebbero allontanate spontaneamente, mentre la maggior parte,  circa un centinaio, stanno cercando di trovare una soluzione per rimanere a Bologna.

E ancora 20 persone sarebbero ancora all'interno del centro, presumibilmente intenzionate ad andare dove disposto, un un centro di accoglienza a Caltanissetta. Il trasferimento è dovuto alla chiusura dell'intera struttura per lavori di manutenzione, decisa a sorpresa una settimana fa e annunciata dalla prefetta Patrizia impresa a mezzo stampa. Nel frattempo, via Mattei è stata chiusa al traffico, nel tratto interessato dal presidio, fino al pomeriggio inoltrato. Sul posto sono presenti Polizia e Carabinieri in assetto antisommossa e la Polizia locale a gestire il traffico. Nel tardo pomeriggio un corteo si è mosso dal centro di via Mattei, destinazione Palazzo D'Accursio. "Abbiamo vinto, abbiamo 'svuotato' l'hub senza trasferimenti coatti" rivendicano al megafono attivisti e sindacati di base.

Chiude hub migranti, presidio dal primo mattino

'Dove sono Comune e Asp? Dove sono gli enti locali? Dove siete?' si sono chiesti gli operatori dei centri di accoglienza in presidio davanti ai cancelli dell'hub. L'arrivo dei bus che dovranno trasferire i richiedenti asilo è atteso per le 15. Già da stamattina si è formato un presidio di manifestanti proprio davanti all'ingresso della struttura: presenti bandiere della Fp-Cgil, dell'Usb, di Adl-Cobas e di Mediterranea. Davanti ai cancelli è stato allestito un punto di supporto per i richiedenti asilo. Sul posto anche il vicesindaco di Casalecchio e il sindaco di Sasso Marconi.

VIDEO| La voce dei migranti:lavoro e studio qui, non voglio andare in Sicilia

In tarda mattinata il Comune con una nota, apre all'ipotesi di un tavolo per una gestione regionale della 'diaspora' di via Mattei e sta cercando di verificare se ci siano posti disponibili nella rete delle famiglie accoglienti, che già ospitano migranti nelle loro abitazioni.

Chiude hub migranti Bologna, scintille tra Comune e prefettura

E proprio su quanto sta accadendo si stanno palesando gli attriti tra prefettura e Comune, dove entrambi gli enti si rimpallano le responsabilità della giornata di oggi. Sia il Sindaco Virginio Merola che l'assessore al welfare Barigazzi puntano il dito sul mancato coinvolgimento di Palazzo D'Accursio nelle operazioni da parte della Prefettura. Di rimando è la prefetta Impresa a far sapere come i lavori e la conseguente chiusura del centro fossero già noti e comunicati, ma che non sono state fatte obiezioni.

'Salire su quei pullman? Si perdono diritti' | VIDEO

Chiude hub migranti, in molti scelgono di stare a Bologna

Attivisti e operatori del centro hanno allestito un infopoint, per informare tutti i diretti interessati delle opzioni sul tavolo: restare oppure andare via con i pullman. Sul punto, particolarmente complesso sul piano giuridico, al presidio è arrivata anche l'avvocata Nazzarena Zorzella, legale Asgi che ha già portato a casa vittorie importanti, tra cui quella del riconoscimento della residenza ai richiedenti asilo, che ai cronisti ha spiegato la situazione: "Il trasferimento in sicilia comporta di fatto, la perdita di alcuni diritti molto importanti".

Chiude hub migranti, si apre fronte operatori senza lavoro

"Intanto c'è un problema occupazionale serio, qui sono impiegate professionalità elevate che lavorano per l'integrazione oltre che per l'accoglienza", dichiara il segretario regionale della Cgil, Luigi Giove, arrivando al presidio. Inoltre così si "cancella un modello che funziona, i migranti non spariscono ma vengono semplicemente spostati peggiorando la propria condizione", continua Giove: "Siamo qua pacificamente, come sempre. Frapporremo i nostri corpi e la nostra presenza di fronte a un atto arrogante, inutile e dannoso che serve solo a proseguire la propaganda sulla pelle delle persone, lavoratori e migranti, additati come criminali".

Chiude hub migranti, presidio e proteste davanti al centro: 'Comune trovi soluzione' | VIDEO

Chiude hub migranti, anticipato il trasferimento degli ospiti

Ieri gli operatori coinvolti, e per i quali il posto di lavoro è ora a rischio, hanno cercato di chiedere invano uno stop al trasferimento, argomentando tra le altre cose come molti degli ospiti avessero trovato un lavoro in città, e come l'intera vicenda potesse essere gestita con un tavolo tra enti locali. Tassative invece le disposizioni della prefettura, sembra su diretto impulso del Viminale.

Il trasferimento dei migranti dalla struttura, aperta dal 2012 come hub di smistamento regionale e prima centro di esplusione, era pianificato per il fine settimana ma -quest l'ipotesi dei manifestanti- le cose avrebbero subito una brusca accelerata dopo le proteste di ieri in consiglio comunale, proteste a cui si sono accodati i malumori anche della Giunta, che per mezzo dell'assessore alla sanità Barigazzi ha fatto sapere di non essere stata informata tempestivamente.

Chiude hub migranti, i bandi andati deserti

Della chiusura dell'hub nella sua forma originaria si sapeva già dal settembre 2018. La struttura sarebbe dovuta diventare un Cas, e per questo erano stati emanati dei bandi, che però non sono andati bene: i soggetti che gestiscono attualmente l'hub non si sono ripresentati, lamentando risorse troppo scarse per un servizio che, questa la critica, non sarebbe minimamente qualitativo. La proroga sarebbe dovuta andare avanti fino al 30 giugno, poi l'accelerazione di questi ultimi giorni.

VIDEO| Merola: 'Non fare il gioco di Salvini'

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Castenaso: morto Dino, il re della pasticceria

  • Cerca di fuggire dalla gazzella dei carabinieri con l'apecar: è ubriaco

  • Dramma a Pianoro: 50enne trovato morto in albergo

  • Tre appartamenti all'asta in via Amendola: il bando Invimit scade il 20

  • Ludopatia e chiusura centri scommesse: "Costretto a licenziare, ora disoccupato anche io"

Torna su
BolognaToday è in caricamento