Parrucchieri di via Mazzini nel mirino: "2 spaccate in 2 ore, prima da noi poi nell'altro salone"

Si tratta del secondo negozio di parrucchieri preso di mira, nella stessa via con modalità simili

Foto archivio

Quando ieri mattina alle 9 è andata ad aprire il suo negozio, ha trovato la serranda alzata e la porta a vetri in frantumi, così la titolare 27enne del salone di parrucchiera "Donna Giò, al civico 60 di via Mazzini, ha chiamato la Polizia. 

Con l'ausilio della Scientifica, gli agenti hanno constatato che non erano stati asportati denaro o oggetti, ma i ladri si erano diretti verso la cassaforte, che avevano tentato di smurare, poi non riuscendo nell'intento. La Polizia sta visionando anche le immagini delle telecamere di sorveglianza installate nella zona. 

Si tratta del secondo negozio di parrucchieri preso di mira, nella stessa via con modalità simili. Ieri notte, il ladri sono entrati da 'Luis Julien' al 146. Hanno spaccato la porta a vetri e arraffato i soldi dalla cassa. 

"Sono prima venuti da noi e non riuscendo a smurare la cassaforte che è custodita nel retro - ha detto la signora Fortuna, responsabile del salone a Bologna Today - sono andati nell'altro negozio, ma lì hanno rubato il denaro dalla cassa. Avevamo avuto solo un tentativo una decina di anni fa". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

Torna su
BolognaToday è in caricamento