Locale in via Moline chiuso per schiamazzi: barista si da' fuoco davanti alla Questura

Si è vuotato addosso una bottiglia di benzina, ora è ricoverato al Centro Ustioni di Parma. Dopo la segnalazione di schiamazzi, il questore ha chiuso per 15 giorni il locale in cui lavora. Un esercente: 'Quando lo stato ti abbandona, il cittadino da' di matto'

Si è dato fuoco ieri sera poco dopo le 21 davanti alla Questura, in Piazza Galilei. T.K.A., 35 anni, italiano di origine camerunense aveva chiesto di parlare con il Questore, ma era troppo tardi ed è stato invitato a tornare questa mattina, così è uscito e si è dato fuoco, vuotandosi addosso la benzina contenuta in una bottiglia che aveva portato con sé. E' stato soccorso dal corpo di guardia che ha allertatoi soccorsi. 

A portare al tragico gesto, l'ordinanza di chiusura per alcuni giorni del locale in cui lavora, 'Kamit Express' di via delle Moline. E' in gravi condizioni ed è stato dapprima trasportato all'Ospedale Maggiore dai sanitari del 118 giunti sul posto, poi trasferito al Centro Ustioni di Parma. 

ANTEFATTO. Il 29 luglio scorso una residente aveva segnalato alle 23 circa al 113 schiamazzi provenienti dal locale, così le volanti si sono portate in via delle Moline. La licenza del locale è intestata al suocero del 35enne e quella sera , fa sapere la Questura, la moglie, italiana 33enne, si era dimostrata poco collaborativa, arrivando a sbarrare l'ingresso agli agenti, così era stata denunciata per interruzione di pubblico servizio. Ieri la notifica del provvedimento di chiusura per 15 giorni da parte del Questore. Per i vicini e gli altri negozianti, l'uomo si sarebbe visto perso ed ha avuto una simile reazione: "Quando lo stato ti abbandona, il citadino da' di matto". 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Vergognoso autorizzare la chiusura di un' esercizio pubblico per schiamazzi , ma quel magistrato come si sentirà ora. Andateci piano con i mezzi di sostentamento delle persone in questo povero decennio

  • Avatar anonimo di rita
    rita

    ormai è diventata una cosa quotidiana chiudere i locali, dando la colpa ai locali per schiamazzi o casini. l'unica cosa che lo Stato fa è solo reagire contro gli esercenti, contro le persone che lavorano e lasciare stare le persone che invece danno problemi........si vedrà come diventerà questo paese.......

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Violenze in case per anziani, la Procura: "Fenomeno cresce, serve giro di vite"

  • Cronaca

    Bentivoglio: assalto notturno al bancomat Emil Banca

  • Cronaca

    Pizzerie fallite in serie, imprenditore in manette: sequestro da 1 milione

  • Cronaca

    Farmaci anestetici nel centro estetico: blitz dei NAS

I più letti della settimana

  • Bruna, 23 anni: "Facendo la escort trans pago l'università a mia sorella"

  • Violenze e sevizie su anziani, scattano arresti in casa famiglia

  • Rientrano a casa, ci sono i ladri: picchiati, legati e rapinati

  • Incidente a Casalecchio sulla Porrettana: frontale alla rotonda Borgonuovo

  • Incidente in viale Ghandi: scontro auto-moto, gravissimo motociclista 48enne

  • Incidente a Ozzano: auto cappotta e finisce in bilico su un bidone

Torna su
BolognaToday è in caricamento