Via Murri: bottiglie incendiarie alle Poste, volante mette in fuga gli autori

Bottiglie piene di benzina e guanti. E' la terza azione ai danni di una filiale delle Poste messa a segno in poche settimane

Ancora un atto di intimidazione ai danni di un ufficio postale cittadino. In una filiale di via Murri sono state rinvenute bottiglie piene di benzina e guanti e altro materiale sospetto, sequestrati dalla Polizia, dopo che una volante in transito nella zona aveva messo in fuga tre giovani. Indaga la Digos. 

L'azione è riconducibile a gruppi di matrice anarchica che ritengono Poste Italiane "complici nella deportazione dei migranti", essendo proprietari della compagnia aerea "Mistral Air" che svolgerebbe voli concordati con il Ministero dell'Interno per rimpatriare i migranti irregolari. 

Non è il primo blitz in città: la notte del 19 maggio, alle poste di via Saliceto erano stati rinvenuti volantini dello stesso tenore non firmati, inoltre le serrature delle porte d'ingresso e lo sportello bancomat erano stati bloccati con il silicone. Il 7 giugno sempre in via Saliceto era stata trovata una tanica con un timer. 

Azioni simili sono state portate a temine in altre città italiane.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

Torna su
BolognaToday è in caricamento