Via Pontevecchio, si fingono dipendenti Hera e derubano anziani in casa

A essere raggirata una coppia di anziani. Uno dei due malviventi aveva mostrato un badge della multiutility. Un centinaio di euro trafugati

Repertorio

Il tempo di accorgersene, e i soldi erano spariti. Brutta esperienza per una coppia di anziani, raggirati da due persone nella mattina di ieri, nella loro casa di via Pontevecchio. Le vittime, entrambi cittadini bolognesi oltraottantenni, stavano rincasando dopo la spesa mattutina. Sul ciglio della porta di casa però, ad attendere, si è presentato un sedicente impiegato Hera, munito persino di (finto) badge di riconoscimento.

L'uomo, descritto come italiano, dall'età apparente di una quarantina di anni, capelli mori, giacca scura e corporatura esile, ha insistito con i signori per entrare, argomentando la richiesta per una non meglio precisata "verifica dei termosifoni". Una volta fatto entrare, all'uomo e seguito anche un "collega" che, approfittando dello smarrimento dei due anziani coniugi, ha cominciato a gironzolare per le camere.

Quando gli ottuagenari hanno realizzato che qualcosa non andava, hanno invitato i due figuri ad andarsene. Successivamente, dopo una rapida verifica, hanno notato l'ammanco di circa un centinaio di euro dalle pertinenze dei locali dell'appartmento, e hanno avvertito la polizia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto a fuoco, morta giovane donna e Porrettana chiusa al traffico per ora

  • Il centro di Bologna diventa il set di "Diabolik": cambia la viabilità

  • Indagine sugli adolescenti bolognesi: l'80% ama la città, ma emergono aspetti 'preoccupanti'

  • Lutto nel mondo della moda, morta Giorgia Mattioli

  • I 10 eventi da non perdere questo weekend

  • Nike chiude la sede di Casalecchio: per 30 dipendenti il trasferimento è l'unica via

Torna su
BolognaToday è in caricamento