Via Stalingrado, trovate casseforti e attrezzi da scasso in un prato

Il ritrovamento per caso durante una seduta di addestramento dei cinofili della polizia locale

Tre casseforti scassinate, un armadio blindato, un cassetto di un registratore di cassa e una cassettiera da ufficio: sono alcuni degli oggetti ritrovati ieri pomeriggio dalla polizia locale di Bologna, mentre era in corso un addestramento da parte dei cinofili dei due nuovi cani Grey e Ares.

Gettati in una aera verde tra via Stalingrado e via Tazio Nuvolari son stati anche trovati arnesi da scasso e qualche moneta. Dalla documentazione ancora presente all’interno delle casseforti è stato possibile collegare il ritrovamento degli oggetti ai furti commessi nel mese di settembre ai danni di una farmacia, di una ditta e di una casa di riposo di Bologna.

Non solo, gli agenti hanno rinvenuto anche i probabili oggetti utilizzati dai malviventi per commettere i furti: una valigia contenente una chiave a brugola e una esagonale, un generatore di corrente, due mazze e un piccone. Ogni elemento rinvenuto è stato sottoposto a sequestro penale insieme all’area e messo successivamente a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Nelle settimane scorse era stato effettuato un altro ritrovamento, due casseforti di una banca oggetto di assalto notturno in zona Mazzini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

Torna su
BolognaToday è in caricamento