Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, come siamo arrivati fin qui? Dalle prime notizie alla quarantena | VIDEO

Due le date già impresse nella memoria: 23 febbraio e 8 marzo

 

Ci siamo, il 18 maggio è finalmente arrivato. La cosiddetta fase 2 comincia per davvero e da lunedì l'Italia tornerà ad una semi-normalità; sebbene il virus sia ancora da sconfiggere, chi può riparte. Ma come siamo arrivati fin qui? All'inizio, fine gennaio e inizio febbraio, si sentiva parlare di coronavirus solo se in riferimento alla Cina, ma da lì a poco purtroppo tutto sarebbe cambiato.

Due, tra tutte, le date che sono già impresse: il 23 febbraio, quando c'è una prima chiusura in Emilia-Romagna, e l'8 marzo, quando con un ulteriore dpcm che supera il precedente, di qualche giorno prima, il presidente del consiglio Giuseppe Conte chiude tutta l'Italia. Nessuna zona rossa, un'unica zona protetta. Poco dopo partirà il lockdown (quasi) totale.

Una doppia quarantena, prima fino al 3 aprile, poi estesa al 13, ma difatti fino al 3 maggio cambierà poco. Marzo è il mese più duro anche nella nostra regione. Medici, politici, infermieri, lo dicono tutti, lo ripetono come un mantra: "Limitate i contatti, state in casa e uscite poco". Le piazze sono vuote e i negozi chiusi, si fa uno sforzo immane per convertire gli ospedali e i reparti in tempi record. "Se non state in casa, la sanità va in ginocchio", dice il primario delle Malattie Infettive del Sant'Orsola, Pierluigi Viale, nel momento più delicato dell'epidemia, il 18 marzo.

Con questo video, sicuramente non esaustivo, percorriamo questa lunga quarantena rivedendo alcuni momenti degli ultimi tre mesi. Sperando di non voltarci mai indietro, se non per ricordare e imparare dagli errori commessi.

Leggi anche:

Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 16 maggio: 72 nuovi casi positivi e 17 morti. 5mila tamponi eseguiti

Coronavirus, bollettino Bologna e provincia 16 maggio: tutti i dati comune per comune

Accordo Governo-Regioni: sì alle riaperture il 18 maggio, dal 3 giugno via agli spostamenti 

Rirendono messe e celebrazioni: mascherine e volontari in campo. Le linee guida dell'Arcidiocesi di Bologna

Coronavirus, l'Unipol Arena si trasforma: 100mila test sierologici e tamponi al mese

Smart working e dintorni. Come il coronavirus ha cambiato il nostro approccio al lavoro

Ok alle riaperture per parrucchieri, tatuatori & co: "Più confusione che gioia, tempi troppo stretti per adeguarsi"

Covid-19 fase due, cosa cambia negli ospedali: "Check point, sale d'attesa vuote, distanze e teleconsulti"

Petropulacos nel comitato nazionale: "Fortuna l'esperienza nella sanità di questa regione"

Coronavirus, "discesa" della Madonna di San Luca: obbligo di mascherine e no processioni

Coronavirus, come usare le mascherine: il tutorial del Ministero | VIDEO

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento