Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Lo sgombero di XM24 divide i residenti della Bolognina | VIDEO

Il centro sociale di via Fioravanti, negli spazi dell'ex mercato dal 2002, è stato sgomberato all'alba del 6 agosto

 

"Eppure la nostra idea era idea d'amore". Sul pavimento che porta al parco alle spalle di XM24, dove il giorno dello sgombero centinaia di persone sono state in presidio per 12 ore, la mattina dopo lo sgombero si legge questa frase. L'hanno scritta gli attivisti del Centro sociale bolognese con un gessetto bianco. Un po' più avanti, oltre la rete, la ruspa continua a distruggere tutto quello che si ritrova davanti: lamiere, sedie, aiuole. Sposta persino una roulotte. Altri operai invece fissano i pannelli di un muro che servirà a chiudere gli accessi dell'ex mercato.

Le opinioni dei residenti e di chi vive il quartiere sono divise tra chi dice "finalmente si dorme" e chi guarda allo sgombero come "a una grossa perdita". C'è chi critica la sporcizia, la musica a tutto volume delle feste. Qualcun altro invece già rimpiange le attività sociali. La palestra, il mercato. La ciclofficina. Di sicuro, tutti sperano che il cohousing alla fine si faccia al più presto. E che l'ex mercato non diventi una nuova cattedrale nel deserto della Bolognina. Come la Trilogia Navile.

"Vuole sapere qual è la verità? - ci dice un 75enne nato in Bolognina, seduto al bar Luisa - quando c'era il mercato si lamentavano dei camion, del trambusto per il trasporto della merce. Adesso si lamentano della musica e delle feste. Vogliono fare delle case lì? Si lamenteranno anche di quelle. Speriamo non le lascino a metà. Questo quartiere prima era diverso, ora sono diventati tutti signori".

Lepore: "Il Nulla non ha vinto"

"Sarà il tempo a dirci quale peso politico avrà avuto l’accaduto e chi abbia sbagliato cosa - scrive l'assessore in un lungo post su Facebook - quello che è certo è che ho firmato un accordo a nome dell’Amministrazione comunale che ora dovrà essere rispettato da entrambe le parti. In questi due anni nostro obiettivo non era quello di strappare Xm24 alla città, bensì di ottenere la liberazione di un immobile destinato a altri usi. Un immobile comunale fatiscente e da ristrutturare - continua - che presto sarà trasformato in edilizia sociale insieme al resto del comparto dell'ex mercato ortofrutticolo (dove a piano ci sono 34 milioni di euro di edilizia pubblica rivolta a fasce sociali deboli, per centinaia di alloggi in totale e 5 milioni di euro per la realizzazione di spazi culturali e sociali - non speculazione).

Lo sgombero

All'accordo con il Comune si è arrivati dopo una lunga trattativa e più di 12 ore di tensione, da un lato, di resistenza, dall'altro. All'alba del 6 agosto, alle 5.30, i blindati di polizia e carabinieri hanno circondato XM24 e per i manifestanti è cominciata una festa, più che uno sgombero. I primi fuochi d'artificio li hanno esplosi a quell'ora, insieme alle telefonate registrate che sono partite per chiamare più persone al presidio. Alle 6 erano già un centinaio i ragazzi e le ragazze solidali con il centro sociale.

Poi, "la resistenza creativa". Letture, canti, sfottò. Alcuni manifestanti sono rimasti sul tetto di via Fioravanti 24 per tutto il giorno: hanno lasciato l'immobile solo dopo l'annuncio dell'esito positivo dell'incontro in questura. "Ce ne andiamo senza feriti, scontri, nessuna denuncia", dicevano fieri della giornata di lotta.

La storia del centro sociale nato 17 anni fa

"L'assessore Matteo Lepore - recita l'accordo siglato - , in rappresentanza dell'Amministrazione, riconosce l'importanza della progettualità politica, sociale e culturale dello spazio pubblico autogestito XM24 e si impegna a trovare una sede adeguata entro e non oltre il 15 novembre, a partire dalla valutazione degli immobili proposti da XM24".

Le proposte

Un capannone privato in via Bignardi, le ex scuderie dell'ippodromo, le 'casette' - e un ex deposito corriere in via Bigari, ora della città metropolitana. Gli incontri per fare il punto inizieranno nelle prossime settimane, e dovrebbero svolgersi a cadenza regolare.

Gli attivisti esultano: "XM24 resta in Bolognina"

Potrebbe Interessarti

  • Tempesta di vento nel Bolognese\VIDEO

  • Sgombero Xm24, barricate agli ingressi: la polizia usa la ruspa | VIDEO

  • Sgombero XM24, attivisti esultano: "Restiamo in Bolognina" | VIDEO

  • Sgombero Xm24, polizia, ruspa, fuochi e attivisti sul tetto: le immagini della giornata | VIDEO

Torna su
BolognaToday è in caricamento