34 anni fa la Strage di Ustica, Daria Bonfietti: 'Bologna città della Memoria"

Consiglio, giunta, parenti delle vittime da tutta Italia, in sala consiliare dopo oltre un trentennio, senza verità assoluta e definitiva. La presidente dell'associazione delle vittime: 'Impegno del presidente Renzi: i confini dell'Italia sono dell'intera comunità, lesi i diritti di tutti i cittadini europei'

Sono ormai trascorsi 34 anni dalla tragedia del DC9 Itavia Bologna-Palermo. 81 vittime e una storia senza "parola fine". Bologna ha ricordato, come sempre, quella ferita ancora aperta, che ha preceduto solo di qualche mese la bomba alla stazione, in quegli anni di sangue e violenza, tesi a sovvertire l'ordine democratico. (GUARDA IL VIDEO).

Consiglio Comunale, giunta, parenti delle vittime arrivati da tutta Italia, si sono ritrovati in sala consiliare ancora una volta, dopo oltre un trentennio, senza una verità assoluta e definitiva. "Altri interrogatori e nuove rivelazioni - ha detto ai cronisti la presidente dell'Associazione delle vittime della strage Daria Bonfietti - solo con uno sforzo vero e convinto della politica si potrà scrivere l'ultima pagina di questa vicenda".

"Ci manca ancora la pienezza della verità storica" ha detto il sindaco Merola "chi è perchè, quali i paesi esteri. Tutta la comunità bolognese è a loro fianco".

"Bologna città della memoria", così Daria Bonfietti "verità nascosta, depistaggi, false informazioni, evento casuale, strage lo è diventata solo anni dopo. La presidente ricorda quando pochi smarriti parenti e cittadini si ritrovarono sotto il sacrario dei caduti per chiedere giustizia "la magistratura intervenne solo nel '90" e poi "il Giudice Priore accertò che quella notte vi fu una guerra aerea".

Nessun paese estero e alleato ha mai collaborato a chiarire, Francia, Stati Uniti, Belgio e Libia, il nostro ministero dei trasporti non difese i cittadini, quello della difesa "con la complicità di tanti militari" ha ostacolato in ogni modo la verità "ma sono stati rinviati a giudizio, non assolti, ma prescritti". Al Presidente del Consiglio Renzi chiede impegno poichè "i confini dell'Italia sono i confini dell'intera comunità, sono stati lesi i diritti di tutti i cittadini europei".  (GUARDA IL VIDEO)

Sono giunti anche i messaggi di Giorgio Napolitano e della Presidente della Camera Laura Boldrini. Dopo l'incontro in comune, i parenti delle vittime si sono recati con un autobus al Museo per la Memoria di Ustica, in via di Saliceto, dove è in programma un fitto calendario di eventi.


 

Potrebbe interessarti

  • Perché assumere magnesio è importante: tutti i cibi che lo contengono

  • 7 alimenti che fanno ingrassare invece che dimagrire

  • Un faro in montagna? Esiste a Gaggio Montano

  • Vetri e specchi: come togliere definitivamente gli aloni

I più letti della settimana

  • Nuova rotta Ryanair: da Bologna a Kutaisi due volte a settimana

  • Concorsi pubblici, Unibo cerca 57 amministrativi: c'è tempo fino al 5 settembre

  • San Lazzaro, azzarda un'inversione e provoca incidente: incastrato dalle telecamere

  • Incidente a Monterenzio: Suv si ribalta e blocca la carreggiata, disagi al traffico

  • Perché assumere magnesio è importante: tutti i cibi che lo contengono

  • Furto in casa: svaligiano la camera mentre i proprietari dormono

Torna su
BolognaToday è in caricamento