Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bologna città dello Zecchino D'oro. Cristina D'Avena: 'Non tramonta mai, come i cartoni animati'

La presentazione della 61^ edizione a Palazzo D'Accursio; "Operazione di pane" quest'anno guarda anche alla Siria

 

Il 61° Zecchino d’Oro torna su Rai1 alle 16.35 in diretta dall’Antoniano di Bologna, tutti i sabati dal 10 novembre al 1 dicembre. Condotto da Francesca Fialdini insieme a Gigi & Ross, per il secondo anno consecutivo, la direzione musicale è affidata al Maestro Peppe Vessicchio e la direzione artistica è di Carlo Conti che condurrà anche uno speciale in prima serata il 5 dicembre: uno show dedicato al Natale con la partecipazione di tanti ospiti del panorama musicale italiano che duetteranno con il Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni.

Per questa 61° edizione, la 59° dal capoluogo emiliano, il Comune di Bologna e l’Antoniano di Bologna hanno rafforzato una collaborazione già in essere da anni per valorizzare ulteriormente lo Zecchino d’Oro come “prodotto” tipico bolognese.

Sotto il cappello di “Bologna Città dello Zecchino d’Oro”, progetto per il quale è stato realizzato anche uno specifico logo, si sono sviluppate una serie di iniziative congiunte Antoniano-Comune di Bologna per rafforzare il posizionamento reciproco come realtà attinenti all’infanzia, alla cultura e alla solidarietà.

Il Comune di Bologna ha concesso gratuitamente all’Antoniano gli spazi per le affissioni pubbliche e uno striscione in via Indipendenza per promuovere sia il Festival che “Operazione Pane” (www.operazionepane.it), l’iniziativa di solidarietà legata alla kermesse per sostenere con donazioni popolari – si può donare on line o con un SMS al 45588 dal valore di 2 euro da cellulare Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Iliad, Coop Voce, Tiscali oppure con una chiamata da rete fissa sempre al 45588 del valore di 5 euro con TWT, Convergenze, PosteMobile, oppure di 5/10 euro da rete fissa TIM, Wind 3, Fastweb, Vodafone e Tiscali – le mense francescane d’Italia. Quest'anno anche per un aiuto ad Aleppo, in Siria.

Inoltre, il Comune ha messo a disposizione i propri spazi in centro storico e nei quartieri della città – musei, servizi educativi e Centri anni verdi – per ospitare, in ciascuna delle 4 domeniche successive alla trasmissione, dei laboratori creativi, per bambini da 4 a 8 anni, prodotti e gestiti da Antoniano, ispirati alle canzoni dello Zecchino d’Oro: per partecipare ai laboratori alle famiglie sarà chiesto di sostenere “Operazione Pane”  donando in loco 5 euro per ogni bambino partecipante, che corrispondono al valore di un pasto. Per iscriversi è sufficiente inviare una mail a stampa@antoniano.it indicando il laboratorio prescelto.

Sempre nell’ottica della valorizzazione del rapporto con il territorio, infine, quest’anno la sigla di ogni puntata sarà ambientata per le strade di Bologna, dove i cittadini intoneranno canzoni le storiche dello Zecchino d’Oro: “44 gatti”, “Il Coccodrillo come fa”, “Le tagliatelle di Nonna Pina”, “Volevo un gatto nero”.

Da casa, invece, una commissione scelta di insegnanti delle scuole d’infanzia e primarie ha il compito di assegnare al brano più didattico il “Premio Zecchino d’Oro per la Scuola”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento