FOTONOTIZIA. Minacce ai portavoce del Comitato: Via Petroni 'ribattezzata'

Li hanno contestati e minacciati l'altra notte, dando un nuovo nome alla via

Erano una ventina l'altra notte in via Petroni sotto le finestre della abitazioni di Giuseppe Sisti e Loris Folegatti "urlandoci contro di tutto; ci hanno dato delle carogne invitandoci a tornare nelle fogne; ci hanno chiesto di cambiare casa e di scendere in strada per darci il nostro avere ...".

I "contestatori" li ritengono evidentemente gli artefici delle ordinanze anti-alcool in zona U, tanto da aver ribattezzato via Petroni in "Via Giuseppe Sisti, già via dei Folegatti". Il comune ha messo in atto un patto, dal quale la via resta esclusa, poichè già oggetto di un'ordinanza restrittiva. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo racconta Sisti, storico portavoce del comitato di residenti della strada nato contro il chiasso della movida notturna (e di cui Folegatti è un altro attivista da sempre in prima fila), dopo aver sporto denuncia per minacce questa mattina in Questura.  "Una pattuglia dei Carabinieri che, nonostante avesse visto l'assembramento e udito le urla, rallentava senza però intervenire - ha dichiarato il consigliere del quartiere San Vitale Folegatti - alcune persone sferravano dei pugni sul tetto di alcune auto in sosta lungo la via"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: supermercati chiusi la domenica

  • A1 Bologna-Firenze: chiuso tratto "Panoramica" tra Aglio e Roncobilaccio

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus, aggiornamento Emilia-Romagna: 6.705 positivi (+737), 8 morti nel bolognese

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, l'aggiornamento: rallentano i contagi. Bologna piange altri 4 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento