Eventi estate in zona universitaria: 'Per la prima volta gli assistenti civici'

Preoccupati i residenti, dopo l'ultimo week end che li ha portati a denunciare sindaco e prefetto. L'assessore Aitini: 'Pulizia muri con continuità'

"Ci saranno controlli maggiori e intensivi nelle vie d'accesso alla zona universitaria e sul perimetro, e dentro la zona universitaria, sempre con un mix di agenti in divisa e in borghese, da parte di tutte le forze di Polizia e della Polizia Municipale", ha preannunciato l'assessore alla sicurezza Alberto Aitini, in concomitanza con l'avvio del Guasto Village, le iniziative culturali in programma per quest'estate.

Preoccupati i residenti, dopo un week end "movimentato" che li ha portati ieri mattina questura per denunciare sindaco e prefetto. 

"Sperimenteremo per la prima volta gli assistenti civici. Saranno controlli per quanto riguarda le Forze dell'ordine sul tema dello spaccio, per quanto riguarda la Polizia municipale in particolare sul tema dei venditori abusivi che vogliamo assolutamente contrastare perchè sono uno dei grandi problemi di quella zona, e mi preme ricordarlo, anche loro da innumerevoli anni presenti all'interno della zona universitaria", quindi una "serie di interventi coordinati con la Prefettura che vadano a colpire lo spaccio, i venditori abusivi, il rumore e anche i locali che non si comportano a dovere- sottolinea l'assessore- non rispettano le regole e che quindi vengono colpiti in modo mirato cosi' come abbiamo fatto appunto negli ultimi casi".

In piazza Verdi "non è più rinviabile" un intervento duro e risolutivo, ha afferma il deputato Pd Andrea De Maria, che in una nota si schiera dalla parte di sindaco e prefetto: "Gli episodi, di natura diversa, che hanno interessato ancora una volta piazza Verdi in queste notti testimoniano di una situazione molto critica che dura da tempo, il rispetto della legalità è un diritto dei cittadini che vi abitano e anche una condizione per l'efficacia di iniziative di qualificazione culturale, che pure hanno importanza e valore". Quindi "giusta la reazione chiara del sindaco" e bene ha fatto il prefetto Matteo Piantedosi ad annunciare "nuove iniziative e che venga convocato il Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza. Credo che un'iniziativa più determinata e realmente efficace non sia più rinviabile e che debba essere sostenuta sul piano politico ed istituzionale da tutti". 

Iniziative anti-graffiti

Aitini incontrerà nei prossimi giorni il prorettore agli studenti dell'Università Degli Esposti per concordare in particolare iniziative anti-graffiti. "Stiamo chiedendo all'Università, che ringrazio perchè si è resa disponibile a farlo, di intervenire sulla pulizia dei muri della zona universitaria anche con continuità, non solo tramite interventi spot". Aitini sottolinea che "c'è un coinvolgimento a 360 gradi dei vertici dell'Università".
Poi "io anche pubblicamente ho chiesto qualcosa in più, per esempio il fatto che ci possa essere un dialogo maggiore tra l'Università e i suoi studenti, in particolare gli studenti Erasmus, per quanto riguarda le serate e le notti in zona universitaria".

immagine video-40-67

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grosso incendio a Casalecchio, a fuoco tetto di un palazzo: aria irrespirabile, residenti barricati in casa

  • Morto in solitudine, gli amici si mobilitano per trovare i parenti: "Ivan se lo meritava"

  • 130 kg di droga sequestrati, raffica di arresti: base logistica a Castel Maggiore

  • Bolognina, chuso forno in via Tibaldi

  • Corticella: perde conoscenza sul bus 27, poi gli insulti e le minacce

  • Investimento mortale sulla Bologna-Verona, circolazione treni sospesa

Torna su
BolognaToday è in caricamento