Ordinanza anti-alcol, Confesercenti: "Bene. La somministrazione deve essere fatta da chi ha i titoli"

"Se ci sono attività di commercio alimentare che causa il divieto in oggetto rischiano la chiusura vogliono continuare in questa attività, devono dotarsi di autorizzazione"

Confesercenti di Bologna condivide gli obiettivi che l’Amministrazione Comunale vuole raggiungere con l’ordinanza antialcool della Zona Universitaria: "combattere il degrado e limitare il consumo di bevande e alcool in strada, per cui  la somministrazione di bevande fredde anche alcooliche deve essere fatta dai pubblici esercizi che hanno titoli, professionalità e locali adeguati".

"Le attività di commercio di vicinato alimentare devono vendere per asporto le bevande, e la logica della vendita per asporto non presuppone il raffreddamento della bevande,  in quanto viene fatto a domicilio ad opera del consumatore finale" spiega Confesercenti in una nota.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Se ci sono attività di commercio alimentare che causa il divieto in oggetto rischiano la chiusura vogliono continuare in questa attività, devono dotarsi di autorizzazione di pubblico esercizio e di locali con le caratteristiche igienico sanitarie conseguenti...Le regole servono per creare una più corretta concorrenza sul mercato, con le stesse opportunità per tutti in quanto le licenze di pubblico esercizio sono libere e accessibili a tutti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

  • A1 Bologna-Firenze: chiuso tratto "Panoramica" tra Aglio e Roncobilaccio

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, l'aggiornamento: rallentano i contagi. Bologna piange altri 4 morti

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus, aggiornamento della Regione: + 980 positivi in Emilia-Romagna, 4 nuovi decessi a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento