E' morto Armando Aureli, ex presidente di Coop Costruzioni

Scomparso uno dei protagonisti della cooperazione bolognese. Le esequie domani, 16 maggio

Addio a Armando Aureli, ex presidente di Coop Costruzioni (dal 1990 al 2003) ed uno dei protagonisti del movimento cooperativo bolognese. Aureli, 76 anni, è deceduto la notte scorsa per le conseguenze di una malattia che lo aveva colpito da tempo.

 

“Se Coop Costruzioni è oggi una delle principali aziende del settore in Italia, lo dobbiamo anche ad Armando – dichiara il presidente di Coop Costruzioni Luigi Passuti, esprimendo, a nome di tutti i soci e dipendenti, cordoglio alla famiglia di Aureli – Per quasi cinquant’anni è stato uno dei protagonisti della cooperazione di produzione e lavoro; è stato protagonista di molte fusioni di piccole cooperative comunali di costruzioni che hanno portato alla nascita di una grande cooperativa capace di competere e dare lavoro di qualità ai propri soci. Armando Aureli ha assunto la guida di Coop Costruzioni in una fase drammatica per il settore delle costruzioni bolognesi. Insieme a Renato Martino è riuscito a mettere al riparo la nostra cooperativa dalle forti turbolenze dei mercati che in quegli anni hanno portato alla chiusura di molte grandi aziende, portando avanti un processo di crescita della cooperativa legato alla centralità del socio, alla qualità del lavoro, all’innovazione, alla soddisfazione del cliente e con forte attenzione ai grandi cambiamenti in atto nella nostra società. Con Armando scompare un grande cooperatore, per me anche un amico e maestro – conclude Passuti – Una persona che ha sempre goduto della collaborazione dei colleghi, stimato, ha sempre avuto un rapporto eccezionale con gli altri, nonostante il carattere difficile, e questo lo ha sempre riempito di soddisfazione. Sentiremo la sua mancanza, ma non dimentichiamo mai il suo esempio e questo ci resterà per sempre”.

Armando Aureli ha iniziato a lavorare nella cooperazione nel 1958, subito dopo il diploma. Prima come apprendista, poi con incarichi di sempre maggiore responsabilità nella Cooperativa Edilizia di Crespellano, paese nel quale era nato. Quella cooperativa, nel corso degli anni, assorbì le cooperative di Monte San Pietro, di Zola Predosa e Savigno. Dalla serie di fusioni nacque la Cooperativa Edile Intercomunale, nella quale Aureli ebbe un ruolo da direttore generale. La CEI, nei primi anni ’80, si fuse con la Cooperativa Posatori e Selciatori di Bologna guidata da Renato Martino, con la Cooperativa Intercomunale di Casalecchio di Reno e la Cooperativa SACCE di Calderara di Reno. In quegli anni nacque la Cooperativa Costruzioni attraverso la fusione delle quattro cooperative. Aureli ne divenne presidente nel dicembre 1990 fino a giugno 2003, con incarichi operativi sia commerciali, sia nell’ambito della direzione immobiliare.
In un’intervista del 2006, pubblicata in un libro uscito in occasione dei settant’anni di Coop Costruzioni, Aureli rispose a chi gli chiedeva di dare un consiglio ai nuovi soci: “Non c’è dubbio che se uno ha le capacità, anche nella Cooperativa, ha la possibilità di emergere. Il consiglio che do è quello di credere nella cooperazione, credere nel movimento cooperativo, e soprattutto di continuare a credere in un’azienda solida e sana come la nostra”.

Le esequie si terranno domani, venerdì 16 maggio. La salma sarà fino alle 14.30 all’ospedale di Bazzano, seguirà, alle 15,  una funzione religiosa alla chiesa di Calcara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scambia la moglie per un ladro e chiama i Carabinieri

  • Ubriaca sul davanzale, cade giù dal terzo piano

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Perturbazione meteo, previsione nevicate: Autostrade mette in guardia

  • Neve in arrivo, non solo in Appennino: "Fiocchi anche in collina e possibili sorprese in pianura"

Torna su
BolognaToday è in caricamento