San Lazzaro: nasce il circuito dei negozi e imprese 'Green', riconoscibili dal 'bollino'

E' un nuovo progetto di Confcommercio Ascom San Lazzaro di Savena e Comune, che punta alla tutela e rispetto dell'ambiente

Un circuito di imprese sostenibili riconoscibili grazie all'esposizione di un bollino 'Green': è il nuovo progetto di Confcommercio Ascom San Lazzaro di Savena e Comune, che punta alla tutela e rispetto dell'ambiente. Non solo, le aziende che aderiranno dal prossimo anno avranno uno sconto sulla Tari.

L'iniziativa

L’iniziativa, che prenderà il via a gennaio, ha l' obiettivo di costruire un circuito di negozi amici dell’ambiente riconoscibili grazie all’esposizione in vetrina di un apposito marchio identificativo, punta a favorire la transizione delle attività commerciali, turistiche e di servizio verso modelli di sviluppo sostenibile, nella ferma convinzione che sia possibile contrastare attivamente gli effetti ambientali sempre più drammatici provocati da riscaldamento globale, cambiamento climatico e sovrasfruttamento delle risorse naturali senza abbassare il proprio livello di competitività.

Il tema della sostenibilità ambientale, che ormai da tempo ha assunto una posizione centrale nell’agenda politica ed economica, tanto a livello locale quanto a livello nazionale e internazionale, attende con le sue sfide le imprese del Terziario sul versante della mobilità e dell’accessibilità di persone e merci, dell’efficienza energetica, dell’offerta merceologica, delle attrezzature e degli arredi, della logistica, del conferimento e della raccolta differenziati dei rifiuti.

E' per questo che  Confcommercio Ascom San Lazzaro di Savena ha deciso, insieme al Comune, di affiancare tutte quelle attività che hanno deciso di fare impresa riducendo l’impatto sull’ambiente e mantenendo intatto il proprio livello di competitività con un’iniziativa che si articolerà lungo tre linee di intervento.  

Il progetto

Le attività economiche riceveranno una comunicazione contenente l’illustrazione del progetto, un elenco di azioni per ottenere il Bollino (tra le altre, l’installazione di un sistema di illuminazione a basso consumo energetico, l’uso di materiali naturali negli arredamenti interni, l’utilizzo di complementi riciclati, la raccolta differenziata dei rifiuti, la vendita di prodotti ecosostenibili) e un breve questionario da compilare dichiarando quali sono gli interventi fondati su criteri di sostenibilità ambientale che hanno promosso all’interno dell’azienda.

Raccolti e vagliati i questionari, le aziende amiche dell’ambiente riceveranno un’apposita comunicazione, la vetrofania del Bollino Green da esporre nelle aree espositive e una dotazione di shopper riutilizzabili da omaggiare ai clienti, in un’ottica plastic free. Le stesse attività aranno sensibilizzate e invitate a riconoscere uno sconto simbolico o un piccolo omaggio a cittadini, turisti e visitatori che faranno acquisiti servendosi della shopper, incentivando così nei consumatori l’adozione di comportamenti consapevoli.

L’Amministrazione comunale, infine, si impegnerà a riconoscere un sconto sulla TARI alle imprese che avranno ottenuto il Bollino Green.

Le posizioni

“La sostenibilità ambientale è un tema che riguarda da vicino la vita e il lavoro dei nostri imprenditori – spiega Lina Galati Rando, Presidente di Confcommercio Ascom San Lazzaro di Savena -: ecco perché, come Associazione, riteniamo molto importante che il Comune voglia riconoscere un beneficio tributario alle imprese che riceveranno il Bollino Green: per favorire la transizione ecologica, infatti, è necessario pensare ad un sistema di incentivi e non solo a provvedimenti sanzionatori o di divieto”.

“Questo progetto è l’unione di due temi che stanno molto a cuore all’Amministrazione: il sostegno al tessuto commerciale locale e la difesa dell’ambiente – dice il sindaco di San Lazzaro Isabella Conti –. Incentivare le scelte green e positive con uno sconto sulla Tari è il primo passo verso la diffusione di nuovi modelli di consumo consapevole, a partire dai commercianti fino ad arrivare ai clienti stessi, in un circolo virtuoso che ha al centro la Natura. L’uso di materiali riciclati o naturali, la raccolta differenziata dei rifiuti e persino la riduzione degli imballaggi e della plastica, non sono solo scelte e modelli positivi, ma rappresentano il seme di un futuro migliore, che germogli a partire dai nostri comportamenti quotidiani, anche quelli  apparentemente più insignificanti, come riutilizzare una shopper o scegliere di  fare i nostri acquisti in negozi virtuosi”.

“Il commercio di vicinato – aggiunge l’assessora all’Ambiente di San Lazzaro Beatrice Grasselli –, può contribuire in maniera concreta ed efficace alla riduzione dell’impronta ecologica di una comunità. IL progetto in atto con le attività di San Lazzaro punta a premiare il miglioramento dell’efficienza energetica dei locali e promuove una spesa più virtuosa per quanto riguarda la produzione dei rifiuti, plastica in primis. Queste scelte, oltre ad essere virtuose sul piano ambientale, possono contribuire anche a migliorare anche la già alta qualità del commercio locale. Bollino Green è anche un’opportunità per ribadire la necessità di promuovere in tutte le nostre azioni quotidiane il rispetto dell’ambiente e la salvaguardia della nostra casa comune. Un impegno che solo se sempre più condiviso da tutti può portare a risultati tangibili e duraturi.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

Torna su
BolognaToday è in caricamento