Bolognafiere, Scintille tra i sindacati sul nuovo contratto

L’accordo aziendale non passa: sì alla firma per Cgil e Usb, ma la Cisl si tira indietro e sfida l’expò incitando i lavoratori a votare contro al referendum indetto per il 7 e l'8 aprile

In via Michelino si lavora al nuovo contratto per i dipendenti di Bolognafiere. Dopo lunghe trattative l’expò è riuscita ad avere il benestare di Cgil e Usb, ma la Cisl non c’è stata. Il sindacato non ha firmato l’accordo aziendale e lancia una sfida alla Fiera, invitando i lavoratori a votare contro al referendum indetto il 7 e l'8 aprile, dove tutti i dipendenti saranno chiamati ad esprimere il loro parere sul nuovo contratto.

Secondo la Fisascat Cisl "I contenuti dell'accordo azzerano tutte le conquiste economiche dei lavoratori di BolognaFiere, raggiunte in anni di contrattazione e peggiora complessivamente le condizioni del personale". Per la Cisl ci sarebbe anche un passo indietro su sicurezza e condivisione delle soluzioni organizzative.

Nei giorni scorsi la Cgil, insieme all'Usb, ha invegne dato il loro ok, siglando un accordo che disapplica il contratto nazionale del commercio. L'intesa prevede, fra l'altro, il pagamento della malattia al 100% con integrazione dell'azienda, il mantenimento dei permessi retribuiti, l'annullamento del collegato lavoro e il mantenimento delle relazioni sindacali. Previste tutele anche per il 'personale di manifestazione'.
 

Potrebbe interessarti

  • Forno a microonde: fa veramente male alla salute?

  • L'olio di arachidi fa male? Ecco la verità

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli

  • Segreti e benefici del Tai Chi Chuan

I più letti della settimana

  • Incidente in A1, un morto: traffico bloccato la domenica del rientro

  • Incidente in A14 tra Forlì e Cesena, muore ragazzo di San Lazzaro di Savena

  • West Nile, zanzare positive a San Giovanni in Persiceto

  • Concorso Mibac, bando per 1052 vigilanti: requisiti e materie d'esame

  • Incidente mortale sulla A14: chi era la giovane vittima

  • Nadia Toffa è morta: aveva scelto Bologna per la sua prima uscita pubblica

Torna su
BolognaToday è in caricamento