Cafarra: "Precarietà grave insidia alla dignità dell'uomo"

Crisi del lavoro al centro dell'omelia del Cardinale, Carlo Cafarra, in occasione della celebrazione nella cattedrale di San Pietro della Santa Messa con i lavoratori

La "dignita' del lavoro" vede oggi una grave insidia, "la precarieta'". Lo ha ricordato il Cardinale di Bologna, Carlo Caffarra, in occasione della celebrazione nella cattedrale di San Pietro della Santa Messa con i lavoratori, nell'ambito delle celebrazioni per la discesa in citta' della Madonna di San Luca.

Caffarra, rivolgendosi ai lavoratori, ha voluto sottolineare la capacita' cristiana di vedere piu' profondamente il significato ed il valore del lavoro. Il lavoro, ha spiegato il cardinale di Bologna, "infatti procede immediatamente dalla persona e porta il sigillo della dignita' propria di essa. Nel sistema economico, e' l'unico elemento che esige di non essere mai trattato solamente come un semplice mezzo in vista della produzione".

Una dignita' che oggi vive l'insidia della precarieta'. "Senza addentrarmi in analisi piu' accurate di cui il Vescovo non ha competenza - ha detto ancora Caffarra - non possiamo ignorare che quando la precarieta' eccede ogni ragionevole parametro, diventa sorgente di dolorose e profonde incertezze. Incertezza per la famiglia; impossibilita' per i giovani di progettare il loro futuro. In una parola- ha concluso nell'omelia il cardinale - si rischia di vivere una vita associata priva di futuro".

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Incidente a Imola: scontro con il camion, morto un ciclista

Torna su
BolognaToday è in caricamento