Il Comune mette all'asta 300 immobili Acer, Malagoli: 'Non è una svendita'

Obiettivo reperire risorse da destinare alla riqualificazione del patrimonio Erp evitando l'aumento dei canoni

Il Consiglio comunale alla messa all'asta di circa 300 immobili Acer, ovvero i lotti non venduti con il piano delle alienazioni 2013-2014 (che ha portato ad aggiudicazioni per 11,8 milioni di euro), con l'obiettivo di reperire risorse da destinare alla riqualificazione del patrimonio Erp: la delibera e' stata approvata ieri da Pd, Sel e Cd; astenuti i consiglieri di Fi, Lega nord e M5s.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel pacchetto di immobili ci sono circa 250 alloggi, a cui se ne aggiungono altri come garage, negozi e posti auto. I prezzi a base d'asta variano a seconda della collocazione e della metratura, ma in alcuni casi si superano i 250.000 euro, sconto del 10% rispetto ai prezzi fissati per le aste andate a vuoto. Le valutazioni sono state affidate ad un'agenzia esterna e le gare sono contraddistinte dalla "massima trasparenza", sottolinea l''assessore comunale alla Casa, Riccardo Malagoli: i prezzi, in media, sono inferiori del 30% rispetto a quelli di mercato viste le condizioni degli appartamenti (che, ad esempio, non sono in classe A). Ma "non è una svendita", dichiara l''assessore: le risorse che si spera di ottenere "non fanno bilancio per il Comune, ma per le famiglie" visto che, utilizzando questi introiti per le riqualificazioni, Acer può evitare di aumentare i canoni. In una fase come quella attuale, del resto, "non ce la sentiamo di aumentare gli affitti", afferma Malagoli: "Non ce la sentiamo di dire ad una famiglia che paga 35 euro al mese, altrimenti non mangia, che deve arrivare a 150 euro perchè bisogna aumentare la manutenzione". Tutti temi che, ricorda l''assessore, sono al centro del confronto con la Regione. (agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento