Casa, affitti in nero a Bologna: oltre 15 milioni di evasione

Oltre 30.000 studenti fuori sede in città, così la Gdf in partnership con l’Università conta di poter procedere ad una più profonda attività di controllo e ad una più capillare attività di informazione sulla normativa delle locazioni

Sotto le Due Torri proliferano gli affitti di case in nero. Negli ultimi 6 anni oltre 15 milioni di euro di redditi sono stati evasi, secondo le indagini delle Guardia di Finanza felsinea. Le Fiamme gialle si sono attivate nel tentativo di arginare l'evasione, avviando un nuovo progetto "finalizzato a rendere più efficace l’attività di contrasto alle irregolarità nel settore della locazione di immobili".

L’iniziativa costituisce la seconda edizione del piano di interventi denominato “Affitti in nero … convenienza zero” nel cui ambito, a partire dal 2007, i finanzieri dei reparti felsinei hanno eseguito 835 controlli fiscali contestando oltre 15 milioni di euro di redditi evasi.
Il nuovo progetto prende spunto dall’attività che la Guardia di Finanza di Bologna conduce nel contesto del “Patto per la legalità fiscale e sociale” stipulato con il Comune e all’Agenzia delle Entrate.

La presenza in città di oltre 30.000 studenti fuori sede ha portato ad avvalersi anche della collaborazione dell’Università e della “ER.GO - Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori”, con il cui contributo si conta di poter procedere ad una più selettiva attività di controllo e, soprattutto, ad una più capillare attività di informazione sulla normativa che regola le locazioni immobiliari.

Per tale ragione è stata anche realizzata una guida che illustra le agevolazioni previste dalla normativa fiscale a favore degli inquilini e dei proprietari e riassume le opportunità abitative offerte agli studenti da parte di ER.GO e del Comune di Bologna. La brochure, che comprende anche un piccolo vademecum per la segnalazione alla Guardia di Finanza delle situazioni di irregolarità, sarà pubblicata sui siti internet dell’Università, di ER.GO e del Comune di Bologna.
Il contatto con l’utenza sarà inoltre facilitato con la casella di posta elettronica dedicata helpaffitti.bologna@gdf.it, attraverso la quale sarà possibile dialogare direttamente con la Guardia di Finanza.
Per le finalità del progetto, il Corpo sarà anche presente con un proprio stand alla manifestazione “Univercity – Expo città per gli studenti” in programma nei giorni 4 e 5 marzo presso la Fiera di Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento