Rivoluzione Coop Adriatica: un nuovo Presidente e un Cda tutto "rosa"

Avvicendamento al vertice, si insedia Adriano Turrini. Il consiglio di amministrazione, resterà in carica tre anni e conta 25 membri invece che 30. Novità del nuovo assetto: oltre la metà sono donne

Avvicendamento al vertice in Coop Adriatica, dove si è appena insediato il nuovo Presidente, Adriano Turrini. Il consiglio di amministrazione, che vede Giovanni Monti come vicepresidente, resterà in carica tre anni ed è l'ultimo atto di rinnovamento della governance della capogruppo, iniziato nel 2008.

Cda in rosa, 15 donne su 25. Sono due le novità principali del nuovo assetto: un cda composto da 25 consiglieri invece di 30 e di cui fanno parte 15 donne.

Il passaggio di consegne è avvenuto dalle mani dell'ormai ex presidente Gilberto Coffari, che ha ripercorso posto l'accento sul futuro: "Da quest'anno apriremo una stazione di carburanti. Quello a cui puntiamo è incentivare la concorrenza e crescere nella legalità".

TRAND VENDITE IN CRESCITA. L'insediamento è avvenuto al termine della assemblea generale che ha approvato il bilancio 2010, alla presenza del sindaco di Bologna Virginio Merola, del presidente della Regione Vasco Errani e del presidente nazionale di Legacoop Giuliano Poletti.

La cooperativa ha chiuso il bilancio 2010 con vendite per 2.035 milioni di euro (+4,3% rispetto al 2009) e conta attualmente 1.108.000 soci.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Incidente a Imola: scontro con il camion, morto un ciclista

Torna su
BolognaToday è in caricamento