Al via nuovo bando pro giovani: 358.881 euro per i bolognesi

Stanziamenti a favore di adolescenti e bambini tra i 10 e i 25 anni, promossi da Enti locali e privati del modo dell’associazionismo, del volontariato e degli oratori

Al via nuovo bando regionale a favore dei giovani. Stanziati un milione e 820 mila euro per interventi a favore di adolescenti e bambini tra i 10 e i 25 anni, promossi da Enti locali e privati del modo dell’associazionismo, del volontariato e degli oratori.
A Bologna, dove si registra il maggior numero di adolescenti e giovani tra i 10 e i 25 anni (20,9 %), il budget complessivo è di 358.881 euro.

I fondi sono suddivisi in: 1 milione e 320 mila euro a disposizione di Enti locali (per servizi rivolti alla popolazione giovanile o per interventi più strutturali: edilizi, acquisto di immobili o attrezzature destinati a spazi di aggregazione) e 500 mila euro per attività aggregative ed educative promosse da associazioni di promozionesociale, organizzazioni di volontariato, oratori e istituzioni similari di altre confessioni religiose.

“Credo che sia importante sottolineare che anche quest’anno si è giunti alla pubblicazione del bando attraverso un percorso che ha visto sin dall’inizio il coinvolgimento degli Enti locali, Province e Comuni capoluogo di provincia, per quanto riguarda l’individuazione sia degli obiettivi che degli ambiti di intervento”, ha detto l’assessore regionale allo Sviluppo delle risorse umane e Progetto giovani Donatella Bortolazzi. “In un momento di ristrettezze economiche come quello attuale, è fondamentale che l’utilizzo delle risorse regionali venga ottimizzato al massimo. Ciòè possibile solo lavorando insieme ai territori, con l’impegno reciproco a fare rete e a condividere idee e progetti.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli ambiti di intervento cui dovranno richiamarsi i progetti di Enti locali e privati sono, tra gli altri, l’aggregazione, la cittadinanza, la legalità, le finalità socio-educative per il tempo libero e (limitatamente all’ambito degli enti locali ai quali sono riservati finanziamenti per interventi strutturali) la qualificazione di servizi Informagiovani.
I soggetti pubblici e privati hanno tempo per presentare i loro progetti fino al 17 ottobre (alle ore 17).

LA RIPARTIZIONE NELLE PROVINCE. I fondi sono ripartiti tra le varie province in base alla rispettiva percentuale di popolazione giovanile residente. A Bologna, adolescenti e giovani tra i 10 e i 25 anni (20,9 %), il budget complessivo è di 358.881 euro. A seguire: Modena (16,9%) con 289.925 euro; Reggio Emilia (13,1% ) con 224.991 euro; Parma (10,1%) con 174.339 euro; Forlì-Cesena (9,2%) con 157.428 euro; Ravenna (8,4%) 144.334 euro; Rimini (7,9%) 135.5555 euro; Ferrara (7%) 119.939 euro, Piacenza (6,7%) 114.608 euro. 100 mila euro saranno invece a disposizione per progetti di respiro regionale, che coinvolgano almeno tre capoluoghi. Alle Province è riservato un ruolo di programmazione e pianificazione degli interventi e discelta, d’intesa coi Comuni, dei progetti prioritari.

IL BANDO DEL 2010. In precedenza, nel 2010, con un bando a sostegno delle attività dedicate ai giovani la Regione aveva sostenuto 23 progetti di Comuni emiliano-romagnoli, quattro progetti di scoutismo ed interventi per la qualificazione degli spazi e la dotazione di attrezzature, per uno stanziamento complessivo a favore degli enti locali pari a oltre un milione e 100 mila euro. Si va dai microlaboratori sulla legalità e la partecipazione nelle scuole, parrocchie e centri giovani in provincia di Rimini ad un progetto sul writing e l’arte murale a Ferrara, da azioni di sensilibilizzazione dei ragazzi contro lemafie nel reggiano alla creazione di un “Urban Dance Factory”, un centro per coltivare i giovani talenti della danza, in provincia di Parma, fino ai corsi di musica e strumenti per i ragazzi dell’Alta Val Marecchia. Inoltre nel biennio 2009/2010, con un bando analogo all’attuale, promosso dai due assessorati competenti, sono stati sostenuti i progetti dei soggetti privati, per oltre un milione e 290 mila euro e i progetti di investimento per 2 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Spostamenti tra regioni in dubbio, Bonaccini: "Prudenza alta, si rischia la chiusura" 

  • Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 24 maggio: +45 positivi, 8 decessi

Torna su
BolognaToday è in caricamento