Borse di studio, UniCredit e UniBo premiano i “cervelli” eccellenti

Contro la fuga dei 'cervelli' dal Paese: premiato Pierluigi Murro, brillante studioso, che porterà avanti un progetto di ricerca sull’impatto positivo delle collaborazioni in rete tra le piccole e medie imprese italiane

Se molti 'cervelli' sono in fuga dalla città felsinea, così come in generale dal Paese, che spesso non è in grado di competere con le prospettive offerte oltreconfine, qualche 'cervello' fra i più 'eccellenti' viene preservato. Unicredit e Unibo hanno assegnato una borsa di studio in Retail banking and finance a Pierluigi Murro, brillante studioso, che per un anno si potrà dedicare a un progetto di ricerca sull'impatto delle collaborazioni in rete tra le piccole e medie imprese.

"Mentre tutti parlano di giovani e di merito limitandosi a generiche dichiarazioni di intenti – commenta Maurizio Sobrero direttore del Dipartimento di Scienze aziendali dell'Università di Bologna - il sostegno che UniCredit dà da tre anni a questo programma di rientro a Bologna di giovani e brillanti studiosi è un esempio reale di lungimiranza e concretezza soprattutto in un momento caratterizzato da innegabili difficoltà economiche che impongono sacrifici e tagli a tante voci di tanti bilanci. L'Università risponde a questo impegno mettendo insieme ambiti disciplinari vicini come l'economia e il management per affiancare al rigore della ricerca e dello studio la capacità di tradurre i risultati del lavoro dei borsisti anche in strumenti operativi”.

"La nostra città ha bisogno di guardare al mondo con occhi nuovi e consegnare un messaggio di opportunità ed entusiasmo alle nuove generazioni – dice Silvia Giannini,Vice Sindaco del Comune di Bologna. Per questo l'Amministrazione comunale vuole affidare le leve del cambiamento ai giovani e alle donne, premiando il merito e valorizzando le competenze. Ciò è già tangibile nelle composizione della Giunta, composta al 50% da uomini e donne, di età media inferiore a 45 anni, e nelle nomine che il Comune ha fatto in società, istituzioni ed enti partecipati. Solo così, infatti, siamo convinti che Bologna potrà tornare a essere un punto d'arrivo per i talenti, una scelta di vita e non una meta di passaggio. Un plauso quindi ad UniCredit e Alma Mater per questo progetto: per raggiungere l'obiettivo è infatti fondamentale procedere tutti nella stessa direzione".

Il progetto premiato. Obiettivo della ricerca di quest’anno è analizzare l’impatto positivo esercitato dalle collaborazioni in rete su attività strategiche quali internazionalizzazione e innovazione e, più in generale, sulla competitività delle piccole e medie imprese italiane.
Le nuove sfide della globalizzazione e le problematiche collegate all’attuale crisi economica hanno, infatti, riportato alla ribalta l’importanza della collaborazione in rete delle piccole e medie imprese, al contempo modello d’eccellenza e scommessa per il futuro. Se nel passato la flessibilità che caratterizza le realtà italiane piccole e familiari ha permesso di adattarsi con successo alle condizioni di mercato prevalenti, ora si incontrano crescenti difficoltà a reggere la competizione in un contesto in cui grande dimensione, complessità e innovazione sono caratteristiche essenziali per sfruttare i guadagni di efficienza offerti dalle nuove tecnologie e affermarsi sui nuovi mercati ad alto tasso di crescita.

Risultati di ricerca ottenuti dal vincitore della II edizione della borsa UniCredit. La ricerca di Andrea Vezzulli (vincitore della precedente edizione) è stata pubblicata nel XVI Rapporto sul Sistema Finanziario della Fondazione Rosselli. L’analisi condotta si intitola “Rapporti con le banche e accesso al credito per l’innovazione e l’internazionalizzazione delle PMI” e  studia la relazione tra attività di innovazione, attività di esportazione e il ruolo svolto in questi processi dalla banca di riferimento dell’impresa. In particolare, dalla ricerca emergono risultati innovativi in merito agli effetti dell’intensità del rapporto creditizio tra banche e imprese sulla capacità di innovazione ed esportazione delle aziende. Di Vezzulli, sono state pubblicate anche altre due monografie sviluppate attraverso due iniziative organizzate quest’anno sui territori da UniCredit con il coinvolgimento delle Pmi Italiane: Win-East e East Gate Export.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

  • Rissa dopo Bologna - Milan: tifoso accoltellato, è grave

Torna su
BolognaToday è in caricamento