Docenti dietro i banchi per una didattica più coinvolgente, con scienziati e storyteller

Aperte on line le iscrizioni ai convegni formativi gratuiti di De Agostini Scuola a Bologna per l'Emilia Romagna: dai banchi al cosmo, all'Osservatorio di Bologna.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Nell’ambito degli appuntamenti formativi gratuiti su scala nazionale per la didattica delle materie matematico-scientifiche cosiddette STEM di DeAgostini Scuola - Ente Formatore accreditato MIUR – approda il 12 marzo a Bologna, nella spettacolare cornice dell’Osservatorio di Astrofisica e Scienza dello Spazio INAF (Via Piero Gobetti, 93/3), il primo seminario dedicato specificamente alla didattica della fisica nei licei scientifici: “I Colori della Fisica”, con il patrocinio di INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) e la collaborazione del GSSI (Gran Sasso Science Institute) e del Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche). “Una fisica innovativa per interpretare la realtà” è il messaggio guida dei 10 pomeriggi per la Fisica in calendario in tutta Italia, dove i docenti possono partecipare al programma di aggiornamento ricco di spunti, proposte ed esempi concreti per rendere l’apprendimento della fisica interessante e coinvolgente e per favorire lo sviluppo delle competenze scientifico-tecnologiche utili alla formazione della cosiddetta cittadinanza scientifica. A questo scopo, oltre agli aspetti puramente didattici, DeAgostini Scuola propone per i docenti, insieme ai suoi partner scientifici INAF, Cnr e GSSI, una serie di lectio monografiche sulle ultimissime novità dal mondo della ricerca. La tappa bolognese (Iscrizioni: http://convegni.deascuola.it/convegni/i-colori-della-fisica/bologna/) prevede la partecipazione straordinaria di Sandro Bardelli, Ricercatore astronomo presso l’Istituto Nazionale di Astrofisica-Osservatorio di astrofisica e Scienza dello Spazio di Bologna (INAF), con un intervento dal titolo “Il lato oscuro dell’ Universo: Materia ed Energia Oscura”: Cosa succede quando le teorie non riescono più a spiegare le osservazioni? Il fatto che abbiamo preso coscienza di conoscere solo il 5% delle componenti del Cosmo vuol dire che siamo alle porte di una rivoluzione della Fisica? Per dimostrare la bellezza della fisica attraverso il linguaggio più vicino ai giovani negli ambienti digitali social a loro più affini, è stata reclutata alla causa anche la divulgatrice scientifica Marica Perini: grazie ai video, infatti, è possibile mostrare in classe agli studenti esperimenti sorprendenti e divertenti che non sempre si possono realizzare direttamente a scuola e si può far capire loro come la fisica aiuti a interpretare i fenomeni che ci circondano nella realtà di tutti i giorni. Il ciclo di incontri proseguirà poi con tappe a Napoli (14 marzo), Ancona (21 marzo), L’Aquila (22 marzo), Verona (25 marzo), Bergamo (1 aprile), Perugia (4 aprile). Gli scienziati e le scienziate che si passeranno il testimone di città in città sono: Caterina Boccato, Stefano Sandrelli, Sandro Bardelli e Patrizia Caraveo per l’INAF; Valerio Rossi Albertini, Angelo Viola, Bruno Zappone, Massimo Vassalli e Alessandro Farini per il Cnr; Elisabetta Baracchini dal GSSI. · IDEADAYS: presso il Savoia Hotel Regency in Via del Pilastro 2, la proposta formativa per l’insegnamento della lingua inglese con elementi per lo sviluppo delle competenze del XXI secolo e le life skills, attraverso mezzi quali videotelling, storytelling, mappe, schemi per lo sviluppo professionale del docente in base alle reali esigenze del mondo della scuola. In particolare è oggetto di attenzione e discussione il tema delle prove Invalsi e al nuovo Esame di Stato introdotto dal D.Lgs. 62/17. Iscrizioni: http://convegni.deascuola.it/convegni/ideadays-2019/bologna/ La partecipazione ai convegni è gratuita, con iscrizione obbligatoria sul sito http://convegni.deascuola.it/ e sulla nuova piattaforma ministeriale S.O.F.I.A (www.istruzione.it/pdgf/), e prevede l’esonero ministeriale e il rilascio dell’attestato di partecipazione valido ai fini dell’aggiornamento.

Torna su
BolognaToday è in caricamento